Apr 17, 2017
BY ANNA GIAMPAOLO

HubSpot vs Pardot: parte II

Home > HubSpot vs Pardot: parte II
HubSpot o Pardot? Approfondiamo l’argomento e scopriamo le differenze principali rispetto a piani, prezzi, database, strumenti di analytics, report e integrazioni con sistemi CRM.

Nel post HubSpot vs Pardot: quale si adatta meglio alla tua azienda? abbiamo analizzato le caratteristiche principali di questi due software di marketing automation per aiutarti a scegliere quello più adatto al tuo business.

Adesso andiamo più in profondità e confrontiamo tra loro piani, prezzi, database, strumenti di analytics, reporting e integrazioni con i sistemi di CRM che caratterizzano le due piattaforme.

Piani e prezzi

Le piattaforme di marketing automation si pagano in modo diverso rispetto alla maggior parte dei programmi aziendali: al posto di pagare una licenza si paga una cifra che dipende dal numero di funzioni che vengono selezionate e dal database dell’utente.

HubSpot e Pardot hanno un approccio un po’ diverso.

Pardot

Pardot divide i suoi livelli basandosi sulle caratteristiche e sul supporto al cliente. La versione Standard ti aiuterà con la gestione basica delle email e dei nuovi lead.

Se la tua idea è quella di implementare il marketing automation su larga scala, allora avrai bisogno di Pardot Pro.

Se desideri caratteristiche di amministrazione aziendale, come l'aggiunta di un indirizzo IP e supporto telefonico dedicato, avrai bisogno di Pardot Ultimate.

Standard - 1000 € / Mese

Pro - 2000 € / mese

Ultimate - 3000 € / Mese

Questi sono i dati attuali, ma se vuoi rimanere sempre aggiornato consulta questo link.

HubSpot

Le tre linee di prodotto HubSpot sono: Basic, Pro ed Enterprise.

Basic è per 100 contatti o meno.

185 € al mese

90 € al mese per ogni 1000 contatti extra

Pro per 1000 contatti o meno

740 € al mese

45 € al mese per ogni ulteriori contatti extra

contatti Enterprise 10,000 o meno

2200 € al mese

9 € al mese per ogni 1000 contatti extra

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle tariffe consulta questo link.

Per implementare campagne di marketing automation su larga scala e accedere a tutte le tool necessarie (A/B test, report, lead scoring avanzato) è necessaria la versione Enterprise.

Le versioni Basic e Pro HubSpot sono molto più convenienti rispetto a quelle standard Pardot, ma per un’azienda, con la tariffa di onboarding inclusa, le due sono molto simili.

Caratteristiche

Lead scoring

Il Lead nurturing, ovvero la generazione di potenziali clienti e la fidelizzazione dei clienti attuali, è (o dovrebbe essere) il centro di ogni iniziativa di marketing automation. Nutrire i tuoi clienti con contenuti rilevanti e con offerte mirate è un ottimo modo per migliorare la qualità e la quantità dei clienti potenziali che dal reparto marketing arrivano al reparto vendite. Pardot e HubSpot offrono molte funzionalità al riguardo, ma con un approccio leggermente diverso.

HubSpot

La versione base di HubSpot ti permette solo di inviare email a liste contatti, con una segmentazione rudimentale non molto funzionale alla lead generation e al lead nurturing. Man mano che si avanza con le versioni si può ottenere l’accesso a queste funzioni:

  • Workflow (flussi di lavoro).

  • Notifiche di vendita.

  • Modelli di automazione.

  • Creazione di profili di potenziali clienti.

  • Possibilità di personalizzare il nostro lead scoring (qualificazione dei nostri contatti).

  • Lead scoring predittivo.

lead scoring hubspot

Pardot

Pardot include il Lead Nurturing (alimentazione), Lead Scoring (qualificazione) e il monitoraggio delle attività dei nostri contatti (tracking) in tutti e tre i livelli dei loro prodotti, ma, ovviamente, ci sono caratteristiche più avanzate con Pardot Pro o Ultimate:

  • Contenuti dinamici avanzati

  • Categorie multiple di punteggio (che ci permette di assegnare a un contatto un punteggio composito che riflette le diverse dimensioni di qualificazione secondo il suo profilo).

  • 150 regole di automazione con le quali siamo in grado di eseguire azioni in base alle attività dei nostri contatti.

  • Drip programs per automatizzare il lead nurturing e il customer journey.

  • Profilo progressivo (incluso nel contenuto dinamico).

  • Notifiche di vendita (richiede Salesforce Engage)*

 

pardot drip program

*Salesforce Engage è una soluzione che aiuta i team di marketing e di sales a lavorare insieme per vendere più efficacemente, è conosciuto anche come Sales & Marketing Alignment. Ha un costo mensile di 50€ per utente (naturalmente, bisogna integrare Pardot con Salesforce).

Salesforce engage

HubSpot sembra concentrarsi maggiormente sulla segmentazione delle liste come mezzo per organizzare il customer’s journey, mentre Pardot si concentra più sulle automation rules (regole di automazione). In questo senso, Pardot ha un leggero vantaggio in termini di potenza e complessità nella creazione delle regole, ma entrambi i sistemi ci offrono la possibilità di gestire e attrarre potenziali clienti basati sul tempo, sul comportamento, sulle azioni e su molti altri parametri personalizzati.

Strumenti di analytics e report

Entrambe le piattaforme offrono una varietà di report integrati che possiamo creare con pochi click per monitorare le campagne in corso, ed entrambe consentono e la creazione di report personalizzati.

HubSpot

HubSpot permette di fare report relativi all’andamento delle campagne, alla fonte dei contatti (se sono giunti al tuo sito tramite organico, da ricerca diretta o tramite social), la performance delle pagine, i competitor, le landing page, le liste di contatti statiche e dinamiche. Dobbiamo solo tenere a mente che alcuni report sono disponibili solo nella versione Enterprise.
 

Hubspot marketing dashboard

Pardot

I report integrati di Pardot riguardano il ROI, l’analisi di e-mail, il ciclo di vita del cliente, le campagne AdWords, webinar, conversioni dei lead e diverse altri componenti.

Pardot report

L'integrazione con il CRM

L’integrazione con il CRM è senza dubbio una delle funzionalità più importanti di una piattaforma di marketing automation.

Un sistema correttamente integrato offre al team sales accesso a informazioni preziose sui contatti e dà ai venditori la capacità di raccogliere opportunità.

Acquistare una piattaforma di marketing automation che non si integra con il CRM è come comprare un motore che non si adatta alla tua automobile: può generare clienti potenziali, ma non può guidare il tuo business.

HubSpot

L’aspetto interessante di HubSpot è che ha un proprio CRM gratuito. Le aziende di piccole dimensioni che non vogliono pagare due abbonamenti separati, ma che hanno bisogno di un database essenziale per gestire le attività di vendita dei clienti, possono trovare in HubSpot CRM un'opzione interessante

Detto questo, un CRM gratuito non offre le caratteristiche, la possibilità di personalizzazione e le opzioni di configurazione che possiamo trovare in una piattaforma a pagamento.

Per fortuna, HubSpot offre anche l'integrazione nativa con Salesforce, PipeDrive, Zoho, SugarCRM, Infusionsoft, Insightly e Nimble, e varie piattaforme note nel settore.

Il Connettore Salesforce ad HubSpot ti permette di mantenere i tuoi database di marketing e sales e condividere interazioni di marketing (email, clicks, invio di form) con il team di vendite. Il connettore è facile da configurare e sincronizzare in entrambe le direzioni.

Pardot

Come avevamo accennato nel post precedente, Pardot è di proprietà di Salesforce, e ovviamente ha molti vantaggi in più quando si parla dell’integrazione con Salesforce CRM.

Gli utenti di Salesforce.com hanno una visibilità completa dell'attività dei potenziali clienti (lead) e dei clienti attuali e possono ricevere avvisi in tempo reale che segnalano quando il lead è pronto per il monitoraggio. Possono inoltre inviare email con template predefiniti senza uscire dal CRM.

Gli utenti di Pardot possono utilizzare report per seguire il ciclo di vita del cliente e monitorare le campagne e qualsiasi altra metrica associata al contatto. Un altro vantaggio? Puoi accedere a Salesforce e a Pardot con lo stesso account, in una sessione unica.

In breve, Pardot offre alcune delle migliori integrazioni Salesforce del settore, ma HubSpot offre connettori per un numero maggiore di CRM e ha il proprio CRM gratuito.

Come prendere una decisione finale

Qual è la piattaforma migliore per il tuo business? Dipende da quanto sei disposto a investire, quale livello di marketing automation hai deciso di seguire e che sistema di CRM hai attualmente.

Se hai un’azienda di piccole dimensioni e stai cercando di dare una spinta alla sua crescita attraverso l'email marketing e una segmentazione di base della audience, risparmierai molto scegliendo la versione basic di HubSpot. Se invece vuoi lanciare programmi di marketing automation su larga scala devi prendere in considerazione un altro tipo di prodotto.

HubSpot è più facile da usare per i principianti e si integra con la maggior parte dei CRM. Ma Pardot supporta lo stesso numero di contatti in ciascuna delle sue versioni, ed è difficile superare il suo legame con Salesforce.

views
633
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Back to top