Email marketing
Mar 27, 2017
BY SOFIA MARELLI

Come usare l'email marketing per il settore immobiliare

Home > Email marketing > Come usare l'email marketing per il settore immobiliare
Email marketing = spam? Niente affatto: se usato strategicamente, l’email marketing può costituire un’enorme risorsa per la tua agenzia Real Estate. Ecco alcune best practices che trasformeranno le email nelle alleate ideali per promuovere il tuo business.

Trovare nuovi clienti e rimanere in contatto con i vecchi: questo è l’obiettivo di qualsiasi azienda, ed è uno dei compiti fondamentali di un agente immobiliare. Il digital marketing consente di raggiungere questo scopo, attraverso strumenti come i social media. Una strategia fondamentale, e che spesso viene trascurata, è l’email marketing: eppure, può apportare moltissimi benefici.

email marketing immobiliare

L’email marketing permette di entrare in contatto con un’ampia audience e di personalizzare il rapporto con gli utenti a seconda delle preferenze e scelte dell’utente. Ecco alcuni dei vantaggi che puoi ottenere attraverso una strategia mirata:

  • aumentare le opportunità di vendita, inviando il contenuto giusto alla persona giusta al momento giusto.

  • rimanere top of mind, fare in modo che l’utente si ricordi di te. Mandare settimanalmente una newsletter, con contenuti interessanti e graditi agli utenti, permette di differenziarti dai tuoi competitor e di fidelizzare i contatti al tuo brand.

  • imparare di più sui tuoi consumatori, conoscendo i loro interessi, aspettative, abitudini.

  • fornire contenuti specifici in base al livello di fidelizzazione dell’utente, in modo da elaborare offerte, promozioni e strategie personalizzate.

Di seguito ti mostriamo alcune best practices su come usare l’email marketing per il settore immobiliare.

Automatizza le email per risparmiare tempo

Con un buon software di marketing automation (come HubSpot o Pardot) è possibile automatizzare l’invio di email: non solo puoi scrivere una mail e inviarla in un secondo momento, ma puoi addirittura creare delle sequenze automatiche, un workflow.

Un workflow può essere definito come un insieme di azioni per fare lead nurturing, ovvero per fidelizzare contatti di qualità e accompagnarli lungo il processo di vendita, con l’obiettivo di trasformarli in potenziali clienti. All’atto pratico, per creare un worflow bisogna preparare una sequenza di email (ad esempio, 5 email), che verranno inviate in automatico e a seguito di un periodo di tempo che sarai tu a stabilire, dopo che l’utente ha effettuato un’azione specifica: scaricare un ebook, iscriversi alla newsletter, compilare un form.

Facciamo un esempio concreto riferito al tuo business immobiliare. Mettiamo caso che tu abbia scritto un ebook, Le ultime tendenze del settore immobiliare. Quando un utente scarica l’ebook, gli viene inviata una email di ringraziamento in cui lo si invita a scaricare un altro ebook. In base al fatto che l’utente abbia o meno cliccato il link all’interno della email che permette di effettuare il download, potrai mandargli due email diverse: se ha cliccato (ed è quindi diventato un lead, perché ha dimostrato un interesse concreto per il tuo business) gli puoi inviare una mail con un blog post dal contenuto molto specifico; se non ha cliccato, gli puoi mandare una mail di  follow-up (vale a dire, una mail di promemoria) in cui gli riproponi di scaricare il secondo ebook.

Ovviamente, il contenuto delle email e la distanza temporale tra l’una e l’altra devono essere decisi in base agli obiettivi che ti poni.

Una volta scritte le email e impostate le condizioni di attivazione del flusso, il tuo compito è terminato: il software manderà in automatico i messaggi che desideri alle persone che vuoi, fidelizzando i lead fino trasformarli in potenziali clienti, con cui poi tu dovrai chiudere l’affare.

Utilizza le email per diffondere i contenuti in modo più mirato

Secondo un’indagine riferita al 2016:

  • ogni giorno vengono inviati 500 milioni di Tweet;

  • ogni giorno vengono caricati più di 4 milioni di ore di contenuto su YouTube;

  • ogni giorno vengono lasciati 3.6 miliardi di Like su Instagram;

  • ogni giorno vengono postati 4.3 miliardi di messaggi su Facebook;

  • ogni giorno vengono lasciati oltre 5.75 miliardi di Like su Facebook;

  • ogni giorno vengono condivisi 40 milioni di Tweet.

Queste cifre da capogiro ci danno un’idea del numero spropositato di contenuti che vengono prodotti e condivisi quotidianamente sul web. In questo contesto, riuscire a far emergere il contenuto che hai creato rispetto agli altri sembra un’impresa impossibile.

Inviare una email che promuova i tuoi contenuti è un ottimo modo per essere certo di raggiungere i tuoi contatti. Puoi mandare una mail in cui pubblicizzi il nuovo post uscito sul tuo blog, la pagina Facebook della tua agenzia immobiliare, il tuo sito web appena rifatto… Utilizzando questo canale avrai maggiori possibilità che i tuoi contenuti vengano letti.

Misura le performance delle tue email per migliorare le azioni di marketing

L’email marketing consiste in processi facilmente tracciabili e misurabili: e questo è fondamentale per ottimizzare le attività di promozione del tuo business immobiliare.

I parametri più importanti che, attraverso l’uso di tool e di software specifici, puoi misurare nell’email marketing sono:

  • Open Rate (tasso di apertura): percentuale dei destinatari che aprono l’email sul totale di email inviate/email effettivamente recapitate.

  • Click Through Rate (tasso di click): percentuale dei destinatari che hanno aperto l’email e che cliccano il link in essa contenuto, ad esempio una Call-To-Action che invita a scaricare un ebook.

Grazie alla misurazione di questi e di altri elementi puoi ottenere indicazioni utili sull’efficacia delle tue email e puoi segmentare i tuoi contatti, facendo una distinzione, ad esempio, tra coloro che l’hanno aperta e coloro che invece non l’hanno fatto: in base a questo, puoi effettuare azioni di marketing differenziate, e quindi più mirate e più efficaci. Chi non l’ha aperta riceverà una mail di follow-up, chi invece l’ha aperta riceverà una email di approfondimento.


I benefici che puoi ottenere implementando l’email marketing nella tua strategia di digital marketing immobiliare sono moltissimi. Economicità, praticità ed efficacia sono tre elementi che la rendono davvero alla portata di tutti.

views
747
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
Email marketing

Jun 16, 2017

By Sofia Marelli

Email marketing: 5 errori da evitare quando scrivi un’email a un lead

Email marketing

Apr 03, 2017

By Anna Giampaolo

Vietato spammare: consigli per inviare email che verranno aperte

Email marketing

Sep 05, 2016

By Martina Colucci

I consigli per scrivere email efficaci e aumentare il marketing ROI

Back to top