CRO
Dec 06, 2016
BY MARCO CABBOI

Landing Page Checklist: ecco come migliorare il CRO del tuo sito web

Home > Marketing Online > Landing Page Checklist: ecco come migliorare il CRO del tuo sito web
La landing page è un elemento fondamentale per aumentare le conversioni. Ecco qualche consiglio per utilizzare al meglio questo strumento e migliorare il CRO (Convertion Rate Optimization) del tuo sito web, aumentando il numero di lead e di potenziali clienti.

Il tasso di conversione (Conversion Rate) è la percentuale di visitatori di un sito che hanno effettuato una specifica azione: ad esempio, hanno acquistato un prodotto, si sono iscritti alla newsletter o hanno scaricato un ebook. Tutti i visitatori che compiono queste azioni diventano lead, ovvero contatti interessanti che, con maggiori probabilità, possono diventare clienti della tua azienda, in quanto hanno dimostrato di essere effettivamente attratti dal tuo business. La Conversion Rate Optimization, pertanto, è l’insieme delle tecniche pensate per migliorare il tasso di conversione dei siti web. Sapere quali soluzioni, sia grafiche che testuali, incentivano i visitatori a compiere una determinata azione, è di fondamentale importanza per trasformare il proprio sito web in un vero e proprio strumento di marketing.

Uno degli elementi che gioca un ruolo cruciale all’interno del processo di conversione è la landing page, ossia la pagina su cui l’utente atterra dopo aver cliccato su una call-to-action che lo invita a compiere una determinata azione (ad esempio: “Scarica l’ebook” oppure “Partecipa al nostro evento”). La landing page è importante per la lead generation in quanto è dotata di un form, che bisogna necessariamente compilare al fine di portare a termine l’azione indicata nella call-to-action. Tramite i dati inseriti su questo form, sarà possibile conoscere meglio il contatto interessato al tuo business e quindi tuo potenziale cliente, costruendo azioni di marketing su misura.

Ecco quali sono gli elementi che una landing page deve assolutamente avere:

  • Un titolo e un sottotitolo (quest’ultimo facoltativo).

  • Una breve descrizione dell’offerta (ad esempio, dell’ebook che l’utente sta per scaricare).

  • Almeno un’immagine o un video.

  • Un form, l’elemento assolutamente più importante.

Landing Page Checklist

(Immagine: HubSpot)

 

Ma cosa bisogna fare per fa sì che la tua landing page converta? Ecco una check list da seguire scrupolosamente.

 

1 - Scegli attentamente i colori

I colori influiscono in modo determinante sulle scelte degli utenti. Sono stati effettuati numerosi studi per verificare l’efficacia di un colore piuttosto di un altro: ecco, ad esempio, i risultati proposti da KissMetrics:

Colori checklist

(Immagine: Kissmetrics)

In base alla categoria merceologia, pertanto, funziona meglio un colore piuttosto che un altro: se la tua è un’azienda di moda e ha un target di adolescenti, ad esempio, il rosa è un colore che potrebbe funzionare; al contrario, il nero, elegante ed essenziale, può funzionare di più per la landing page di un’azienda specializzata nel settore luxury.

 

2 - Elimina la barra di navigazione

La navigation bar (o la barra di navigazione) è l’elemento del sito che contiene il menu e che permette all’utente di muoversi liberamente tra le varie sezioni.

Navigation Bar

(Immagine: HubSpot)

In una landing page, è consigliabile eliminarla. Il motivo è semplice: l’utente deve essere concentrato su un’azione specifica, ovvero sulla compilazione del form. Pertanto, tutti gli elementi che possono, in qualsiasi modo, distrarre l’utente dal portare a termine questa azione devono essere eliminati, e inserire una navigation bar all’interno della landing page aumenta le possibilità di abbandono.   

 

3 - Realizza un testo chiaro e facilmente comprensibile

Dando uno sguardo alla landing page, l’utente deve riuscire a capire, senza disguidi e fraintendimenti, quali sono i vantaggi dell’offerta che sta scaricando. È quindi opportuno inserire un testo chiaro e semplice, strutturato in un elenco puntato e con le parole chiave bene in evidenza.

 

4 - Inserisci una foto

Per rendere ancora più chiaro il messaggio del testo, inserisci una foto: in ambito digital, infatti, il potere dell’immagine sopra la parola scritta è ormai consolidato. Guarda questo esempio di landing page:

 

Salesforce-Landing-Page-example-short-landing-page-with-form-550x586.png

Salesforce è un software di marketing che propone i propri servizi in cloud. Per sottolineare questa caratteristica, nella sua landing page è stata inserita una foto in cui la funzionalità cloud viene rappresentata anche graficamente.

 

5 - Ottimizza il form

Come accennato prima, il form è uno strumento fondamentale per generare le conversioni, ed è quindi necessario utilizzarlo al meglio. Deve innanzitutto essere della lunghezza giusta: non deve essere troppo lungo, perché l’utente potrebbe essere intimorito per l’eccessivo numero di dati che gli viene richiesto di inserire ma, allo stesso tempo, devi essere certo di richiedere tutti i dati necessari per elaborare una strategia di marketing efficace. Per esempio, se desideri dare vita a una campagna di email marketing, accertati di richiedere la mail (e potresti quindi evitare di chiedere il numero di telefono).

 

6 - Esegui A/B test per controllare l’efficacia delle tue scelte

Gli A/B test sono necessari per stabilire se la tua landing page è ottimizzata al meglio. Effettuare test per determinare se, dopo specifiche modifiche, la tua LA converte di più rispetto a prima, infatti, è l’unico modo per stabilire con certezza se hai apportato miglioramenti effettivi.

PRO Tips

  • Prendi in considerazione l’idea di inserire un video nella tua landing page. È statisticamente provato che i video sono in grado di aumentare la conversion rate dell’80%.

  • Non dimenticarti di ottimizzare la tua pagina per il SEO: scegli le keyword più appropriate e indicizzala al meglio.

  • Serviti di un software specifico per la realizzazione di landing page, come ad esempio HubSpot. Lo strumento dedicato alla realizzazione delle landing page non solo ti guida passo dopo passo, in modo da costruire una LA efficace, ma ti suggerisce anche quali sono le migliorie che si possono apportare per renderla più efficace.


Questi sono solo alcuni dei suggerimenti che ti permetteranno di aumentare l’efficacia delle tue landing page. Se sei alla ricerca di un aiuto professionale, noi di WAM siamo a disposizione per aiutarti a aumentare le conversioni del tuo sito. Per approfondire l’argomento, leggi il nostro blog post I 10 consigli per migliorare il CRO del tuo e-commerce di moda.

Scarica l'ebook con i 30 migliori consigli per generare leads

views
207
< Previous post All posts Next post >

La tua casella email

merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.

La tua casella email

merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Cliccando sul bottone accetti le nostre condizioni relative alla Privacy
No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
CRO

Aug 12, 2016

By Sofia Marelli

I 10 consigli per migliorare il CRO del tuo e-commerce di moda

CRO

Jul 20, 2016

By Marco Cabboi

Conversion Rate Optimization: i consigli per aumentare le conversioni

View all
Back to top