Conversion Rate Optimization (CRO)
Aug 12, 2016
BY SOFIA MARELLI

I 10 consigli per migliorare il CRO del tuo e-commerce di moda

Home > Conversion Rate Optimization (CRO) > I 10 consigli per migliorare il CRO del tuo e-commerce di moda
Le vendite online aumentano in modo vertiginoso di anno in anno, e uno dei settori che guida questo trend è quello dell’abbigliamento. Ecco quali sono i segreti per migliorare la convertion rate optimization nel tuo e-commerce di moda e aumentare le vendite.

È una realtà che è sotto gli occhi di tutti: gli e-commerce di moda stanno spopolando, nel mondo ma anche in Italia. Secondo un recente studio, infatti, gli e-commerce di moda hanno quasi raggiunto il 10% degli acquisti online, con un valore superiore ai 1,5 miliardi di euro. La vendita online di capi di abbigliamento cresce di anno in anno: nel 2015 ha segnato +19% nei ricavi rispetto all’anno precedente. Ecco perché chiunque in Italia abbia un brand di abbigliamento non può esimersi dall’aprire un e-commerce di moda.

Ma quali sono le caratteristiche che una piattaforma di fashion e-commerce deve assolutamente avere per incrementare il tasso di conversione e aumentare le vendite? Di seguito ti elenchiamo alcune best practices per aumentare il CRO e ottenere il massimo dal tuo e-commerce.

 

  1. Inserisci foto di alta qualità

Pubblicare foto di altissima qualità è essenziale affinché il tuo e-commerce di moda abbia successo. Le immagini, infatti, possono comunicare ai tuoi clienti i dettagli di un prodotto in modo più efficace rispetto al semplice testo. Ecco alcuni motivi per cui le foto sono così importanti:

  • le immagini sono la prima cosa che salta all’occhio;

  • gli utenti ricordano molto più facilmente le foto rispetto al testo;

  • le immagini possono essere condivise sui social.

 

Ecco qualche consiglio per valorizzare le foto della tua piattaforma e-commerce.

 

Metti tante foto diverse, in modo da mostrare il prodotto secondo diverse angolazioni

Inserendo foto diverse dello stesso prodotto potrai fornire all’utente una visione di 360 gradi dell’articolo che intende acquistare, come se lo avesse fisicamente davanti agli occhi.

mocassini di pelle

mocassini di pelle

(Immagini: Zara)

 

Dai la possibilità di ingrandire le immagini

Le foto devono essere sempre in altissima definizione: solo così, infatti, l’utente può ingrandire l’immagine e vedere ogni minimo dettaglio del prodotto, dalla consistenza del materiale alle finiture.


mocassini
 

(Immagine: Zara)

 

  1. Sfrutta il potere del cross-selling

Il cross-selling è una tecnica di marketing in base alla quale vengono proposti al cliente prodotti o servizi collegati alla scelta di acquisto iniziale. Quando l’utente visualizza la scheda prodotto dei mocassini in pelle (che abbiamo inserito nel punto precedente) in fondo alla pagina trova questo box:

pochette

(Immagine: Zara)

In questo modo viene suggerito all’utente che, se è interessato ad acquistare quel determinato paio di scarpe, potrebbe aggiungere al carrello anche una pochette dello stesso materiale, in modo da creare il total look. Cliccando sull’immagine, l’utente viene indirizzato sulla scheda prodotto della pochette. Il cross-selling è uno strumento molto importante, che ogni marketer dovrebbe saper sfruttare al meglio: è infatti dimostrato che, grazie a questa strategia di marketing, gli acquisti aumentano in modo consistente.

 

  1. Inserisci video

Secondo un’indagine riportata da HubSpot, il 71% dei consumatori ritiene che i video riescano a illustrare i prodotti meglio di quanto facciano foto e testo.

Ecco un esempio di video inserito in un e-commerce di moda:

sneakers
 
sneakers
 

(Immagini: Asos)

Vedendo la modella camminare, è possibile notare alcuni aspetti di queste sneaker che non emergono dalle foto, ad esempio la loro comodità.

I video permettono di dare all’utente una prospettiva ancora più completa riguardo al prodotto: per questo sono un elemento essenziale per migliorare il CRO e aumentare il livello di fidelizzazione dei clienti con il tuo brand.

 
  1. Metti bene in evidenza i saldi proposti dal tuo e-commerce

Chi effettua acquisti online è sempre alla ricerca di un affare. Nel tuo e-commerce, quindi, inserisci i prodotti scontati in una posizione di rilevanza nella home page.

saldi

(Immagine: Zalando)

 

A ben pensarci, mettere in posizione importante i prodotti in saldo è una pratica ereditata dal negozio tradizionale brick-and-mortar, a riprova del fatto che il rapporto tra e-commerce e negozio fisico, lungi dall’essere conflittuale, è in realtà caratterizzato da influenze reciproche, come avevamo già notato in questo post.

 

  1. Proponi coupon e codici sconto

Un’altra best practice è legata alla proposta di codici sconto se l’utente compie una determinata azione, ad esempio se si iscrive alla newsletter o se fa il suo primo acquisto sulla tua piattaforma di e-commerce. I codici sconto sono estremamente utili per attrarre nuovi clienti e per consolidare il legame con coloro che hanno già acquistato online i tuoi prodotti.

codici sconto

(Immagine: & Other Stories)

 

  1. Assicurati che la barra del search sia dotata di una funzione di completamento automatico

Uno dei principi della web usability è la velocità: l’utente vuole navigare con agilità all’interno del sito, senza sprecare minuti preziosi. Inserendo una barra del search con attivata la funzione di auto completamento non solo soddisferai l’esigenza di velocità dell’utente, ma potrai anche mostrargli, in modo estremamente intuitivo, tutti gli articoli legati alla sua ricerca che il tuo e-commerce è in grado di offrire.

completamento automatico

(Immagine: Zalando)

 

  1. Apri un blog

I vantaggi dell’aprire un blog dedicato al mondo dello moda sono innumerevoli:

  • puoi creare contenuti di qualità che verranno condivisi sui social, permettendo al tuo brand di aumentare la visibilità;

  • se i blog post sono indicizzati con le keyword giuste, aumenteranno le probabilità che il tuo sito venga trovato facilmente sui motori di ricerca;

  • scrivendo articoli di qualità potrai distinguerti dai tuoi competitor e proporti come un’autorità del settore.

fashion blog

(Immagine: La Garçonne)

fashion magazine

(Immagine: H&M)

 
  1. Prezzi e tempi di consegna ben evidenti

Quando un utente visualizza un prodotto, è opportuno mostrargli fin da subito il prezzo totale (complessivo di eventuali spese di spedizione), le spese di reso e i giorni di consegna. L’utente non vuole brutte sorprese: sii estremamente chiaro nell’indicargli ogni dettaglio dell’ordine e te ne sarà riconoscente.

 

scheda prodotto

  1. Crea un senso di urgenza sottolineando che ci sono pochi pezzi

È una delle tecniche di conversione più efficaci: specificando che, di quel determinato articolo che l’utente sta visualizzando, rimangono solo pochi pezzi in magazzino, avrai più possibilità di spingere il consumatore all’acquisto.

scheda prodotto

(Immagine: & Other Stories)

 

  1. Dai la possibilità di creare una dream box e wish list

La wish list è un elemento spesso sottovalutato; in realtà, è un forte aiuto per le conversioni. Assicurati di inserirlo nel tuo e-commerce.

wish list

 

(Immagine: Yoox)

 

Per aumentare le vendite non è sufficiente aprire un e-commerce: bisogna anche saperlo gestire al meglio. Noi di WAM sappiamo come ottimizzare la tua piattaforma per aumentare le conversioni e rendere il tuo e-commerce l’arma segreta nella tua strategia di marketing online. Se desideri il nostro aiuto, clicca qui

Scarica l'ebook con i 30 migliori consigli per generare leads

views
832
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
Conversion Rate Optimization (CRO)

Dec 06, 2016

By Marco Cabboi

Landing Page Checklist: ecco come migliorare il CRO del tuo sito web

Conversion Rate Optimization (CRO)

Jul 20, 2016

By Marco Cabboi

Conversion Rate Optimization: i consigli per aumentare le conversioni

Back to top