Inbound Marketing
Oct 04, 2016
BY ANNA GIAMPAOLO

Le 4 strategie di inbound marketing per il settore immobiliare

Home > Inbound marketing > Le 4 strategie di inbound marketing per il settore immobiliare
L’inbound marketing si avvale di strumenti e strategie che attraggono gli utenti verso il tuo business. Alcuni settori in particolare, come quello immobiliare, possono trarre innumerevoli benefici da questa metodologia. In che modo? Ecco le quattro strategie di inbound marketing che ogni agente immobiliare dovrebbe adottare immediatamente.

Il triennio 2016-2018 sarà un periodo particolarmente proficuo per quanto riguarda il settore immobiliare. È quanto afferma il rapporto di Yard, società di servizi e valutazioni immobiliari, svolto con la collaborazione del Censis.

Real Estate

Le agenzie immobiliari dovrebbero sfruttare al massimo questo periodo favorevole, pianificando un’efficiente strategia di marketing digitale per ottimizzare il lavoro e attrarre contatti qualificati.

L’inbound marketing è una metodologia che si presta particolarmente nel raggiungere questi obiettivi. Come? Ecco alcune strategie inbound che possono essere di grande aiuto per tutte le aziende attive nel settore immobiliare.

 

1 - Content Marketing

Creare contenuti di qualità, che possano attrarre naturalmente un audience qualificato, è di primaria importanza in una strategia di inbound marketing.

Uno dei primi passi da fare è aprire un blog aziendale, dove verranno pubblicati blog post interessanti. Prima di stabilire gli argomenti su cui saranno incentrati i tuoi blog post, rispondi a queste semplici domande:

  • quali sono i dubbi più frequenti che vengono espressi dai miei clienti?

  • quali sono i consigli o suggerimenti che mi sento di dare a chi sta comprando o vendendo casa?

  • quali sono i punti più delicati quando si acquista una casa?

Riuscire a scrivere blog post con contenuti che sappiano fornire risposte a tali quesiti ti aiuterà ad attrarre nuovi visitatori qualificati al tuo sito e a importi come esperto del settore.

Ecco qualche esempio di titolo:

  • I consigli per trovare casa a Milano

  • Tutto quello che devi sapere prima di acquistare casa

  • Suggerimenti e raccomandazioni per vendere casa velocemente  

I blog post non sono gli unici mezzi per diffondere contenuti di qualità. Esistono molti altri formati che puoi usare:

  • Webinar

  • Podcast

  • Whitepaper

  • Guide

  • Video

 

2 - SEO 

I contenuti che realizzi, oltre a essere incentrati su argomenti interessanti, devono essere ottimizzati con le parole chiave più appropriate, in modo che appaiano sui motori di ricerca quando l’utente effettua delle ricerche.

Le keyword, ovvero le parole o le frasi che gli utenti digitano all’interno della barra del motore di ricerca per trovare risposta alle loro domande, devono essere scelte con massima cura. Esistono broad keyword e long tail keyword. Le broad keyword sono le parole chiave ultra generiche, da usare con parsimonia in quanto attraggono un’utenza ampia e indistinta; le long tail keyword, invece, sono parole chiave più lunghe e articolate, quindi più specifiche, in grado di attrarre un audience più ristretto, ma anche più mirato e qualificato.

Facendo un esempio relativo al settore immobiliare, una broad keyword può essere “case”. È una keyword molto ampia e generica: chi ha digitato questa parola chiave sul motore di ricerca che cosa intendeva cercare? Acquisto case? Vendita case? Affitto case? E ancora, una casa di che tipo? Un appartamento, una villetta, un monolocale? Difficile riuscire a fornire un contenuto esaustivo partendo da una ricerca così indefinita. Un esempio di long tail keyword, invece, può essere: “acquisto appartamento a Milano”: se la tua agenzia immobiliare è in grado di soddisfare questa richiesta, puoi creare un blog post che contenga nel titolo questa long tail keyword, ad esempio: “I consigli per l'acquisto di un appartamento a Milano”: in questo modo saprai attrarre un’utenza realmente interessata alla tua offerta.

Dopo aver scelto la keyword che vuoi utilizzare, assicurati di inserirla in punti strategici: nel titolo, almeno una volta nel corpo del blog post, nella meta description e nell’image alt.

Se vuoi essere certo di scegliere la keyword più adeguata puoi utilizzare un tool digitale, per esempio il Google Keyword Planner o il Keyword Tool di HubSpot. Utilizzando quest’ultimo strumento è possibile scoprire quali sono le keyword che generano più traffico, conoscere per quali parole chiave sono rankizzati i tuoi competitor, monitorare gli inbound link e ottenere report dettagliati su quali sono le parole chiave utilizzate per le tue campagne che generano più traffico.


 

3 - Social media marketing

I social media sono diventati molto importanti per promuovere il proprio business. Questo vale anche - e soprattutto - per il settore immobiliare: guardando le foto degli appartamenti e delle case messe in vendita, e leggendo le opinioni e recensioni online, l’utente può farsi un’idea ben precisa di quello che un’agenzia immobiliare è in grado di offrire.

Un’agenzia real estate non dovrebbe limitarsi a usare i social media tradizionali, come Facebook e Twitter, ma dovrebbe esplorare tutte le potenzialità offerte dai nuovi social legati alla geolocalizzazione, i cosiddetti Geosocial Networks, come ad esempio Foursquare.

FourSquare è una rete sociale nata nel 2009. Si basa, appunto, sulla geolocalizzazione degli utenti, i quali condividono la propria posizione geografica attraverso un dispositivo mobile, tramite un’apposita app.

FourSquare Home

(Immagine: FourSquare)

 

Gli utenti possono effettuare il “check in” presso ogni tipo di locale, negozio, museo e, in generale, in qualsiasi posto di interesse pubblico, in base ai suggerimenti dell’app.

Un altro elemento chiave di FourSquare, oltre ai “check in”, sono i “tip”, i commenti lasciati dall’utente riguardo a un posto. Maggiori saranno i check in e i tip, maggiore sarà la popolarità dell’utente che li ha effettuati.

In che modo FourSquare può essere d’aiuto per un’agenzia immobiliare? FourSquare fornisce informazioni utili riguardo alle location preferite da un utente. Se una persona, stando ai dati forniti da FourSquare, frequenta assiduamente i locali di una zona specifica, l’agente immobiliare può informarlo sulle case in vendita in quella determinata area.

 

4 - Email marketing 

Le agenzie immobiliari non dovrebbero mai sottovalutare il potere dell’email marketing. Inviando mail specifiche a utenti interessati, segmentati in modo appropriato e inseriti in liste create ad hoc, è possibile aggiornare su offerte immobiliari e proposte vantaggiose, mandando informazioni utili che sappiano soddisfare richieste reali.

 

Le agenzie immobiliari, mettendo in pratica questi suggerimenti, possono trovare nuovi clienti, fidelizzare quelli già esistenti e migliorare la propria web reputation, imponendosi come leader del settore. Se vuoi un aiuto per ottenere il massimo dall’inbound marketing, rivolgiti a WAM: ti forniremo preziosi suggerimenti su come impostare una strategia efficace.

views
475
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
Inbound Marketing

May 11, 2018

By Laura Sánchez

Donne e Digital Marketing: 5 professioniste da seguire

Inbound Marketing

May 02, 2018

By Laura Sánchez

The Inbounder, due giorni di puro Digital Marketing

View all
Back to top