Mobile first index
Search (SEO)
Apr 02, 2020
Antoni Saurina
SEO & SEM Manager
Contact
twitter google+ email email linkedin linkedin

Mobile first index e posizionamento SEO: le ripercussioni a partire da settembre

Home > Search (SEO) > Mobile first index e posizionamento SEO: le ripercussioni a partire da settembre
Per diversi anni, gli esperti hanno avvertito della necessità di abbandonare il web design basato su desktop per adattarsi al concetto mobile first. A partire da settembre, la necessità sarà reale, poiché Google monitorerà tutti i siti web con un robot che simulerà un dispositivo mobile.

L’importanza del Mobile First Index nel posizionamento SEO

Le tendenze SEO indicavano questa direzione già da un po' di tempo e, lo scorso marzo, Google ha annunciato che, a partire da settembre 2020, tutti i siti web saranno monitorati e indicizzati attraverso il mobile first index. L'utilizzo di dispositivi mobili nella navigazione ha acquisito, infatti, un’importanza tale da portare il gigante tecnologico a prendere questa decisione "per semplificare" la user experience. Pertanto, tutti i contenuti che compaiono tra i risultati della ricerca saranno adattati.

Si sta lavorando a questo indice di Google per UX mobile già dal 2016, traghettando i siti web verso il mobile first. Di fatto, questo cambiamento, è obbligatorio per ottenere un posizionamento SEO ottimale. Inoltre, se il contenuto mobile non è uguale a quello desktop, possiamo avere problemi. Considerato ciò, e dopo anni di funzionamento, "il 70% dei siti che vengono visualizzati nei risultati di ricerca sono già cambiati e sono rintracciabili con mobile first index", spiega Google.

Tuttavia, c'è ancora un 30% che deve sapere che, dopo il Google Update 2020 di settembre, non ci sarà altra alternativa. L'ottimizzazione di questi siti web, volta a soddisfare la strategia mobile, sarà necessaria per apparire tra i risultati e, naturalmente, ottenere un buon posizionamento.

 

Perchè Mobile First Index

Come accennato in precedenza, Google stava facendo test con il suo spider dal 2016 e, dopo un anno e mezzo, a marzo 2018, ha annunciato il lancio del suo nuovo sistema di indicizzazione, che valorizza l'alta qualità nella versione mobile di tutti i siti web. In questo modo, abbiamo dato il benvenuto al mobile first index.

"I nostri sistemi di tracciamento, indicizzazione e classificazione, generalmente, utilizzano la versione desktop del contenuto di una pagina, che può causare problemi per i motori di ricerca di dispositivi mobili quando tale versione è molto diversa dalla versione per dispositivi mobili. Mobile first index significa che utilizzeremo la versione mobile della pagina per indicizzarla e classificarla, per aiutare al meglio i nostri utenti, principalmente su mobile, a trovare quello che stanno cercando", diceva allora il comunicato ufficiale.

L’importanza del mobile nell’indicizzazione di Google

Questo cambiamento risponde alle abitudini degli utenti. L'80% di utenti in tutto il mondo accede a Internet tramite un dispositivo mobile, e più del 50% effettua ricerche rapide nel motore di ricerca attraverso il proprio smartphone. Google ha continuato ad avere un solo indice per visualizzare i risultati di ricerca e, anche se le versioni desktop sono state indicizzate in questi ultimi anni, le versioni mobile hanno guadagnato terreno. Questo processo, che è stato realizzato gradualmente, culminerà a settembre trasformando in realtà una delle tendenze SEO 2020. Tutti i siti web dei risultati di ricerca saranno quindi monitorati dal mobile first.

 

SEO Mobile First: cosa dobbiamo considerare

L'aggiornamento di Google comporta l'obbligo per le aziende di adattare il proprio sito web se vogliono apparire tra i risultati di ricerca. Un modo per scoprire se il vostro sito web è già presente nel mobile first index è mediante l’uso di Google Search Console, uno strumento che vi aiuta a monitorare e mantenere la presenza del vostro sito web nei risultati di ricerca. 

Mobile First Index in Google Search Console

Tuttavia, questo segna un prima e un dopo nelle strategie di posizionamento SEO delle aziende. D'ora in poi, e come necessità, bisogna tenere conto di questi fattori:

 

Ottimizzazione della versione mobile

La versione mobile è quella che deve essere sempre più ottimizzata, essendo quella visitata per prima da Google. Pertanto, il vostro sito web deve essere sviluppato o adattato affinché venga visualizzato perfettamente su questi di dispositivi. Quando si crea una pagina web, quindi, è consigliabile crearla per smartphone e poi adattarla a dispositivi più grandi.

Sviluppo dei contenuti

Il contenuto deve essere lo stesso sia nella versione mobile che in quella desktop, perché se in mobile alcune informazioni mancano, non saranno prese in considerazione da Google. Questo include anche dati strutturati e metadati, che devono essere gli stessi in entrambe le versioni. Alcuni sviluppatori infatti tendevano a non inserirli per alleggerire il sito e far si che si caricasse più velocemente. 

In questo senso, si possono "nascondere" i contenuti grazie alla creazione di fisarmoniche. Una sezione a fisarmonica è quella in cui il contenuto è nascosto e sono visibili solo i titoli. Cliccando su di essi appare il contenuto. Questa formula può essere utilizzata per organizzare le informazioni, poiché Google ne terrà conto.

Velocità di caricamento

Anche Google valuta la velocità di caricamento come un fattore importante nel ranking, che nel caso di un cellulare non è paragonabile a quello di un computer. In questa linea, il design del sito web dovrebbe essere più semplice, più user friendly e più leggero.

User experience

Oltre alla parte più tecnica, come abbiamo appena visto, dobbiamo tener conto della User Experience. Se non l'abbiamo mai fatto prima, questo è un buon momento per ridisegnare la nostra strategia di contenuti. Per essere concentrati al 100% sui contenuti mobile, dobbiamo entrare nella mente dell'utente, sapere cosa sta cercando, cosa vuole trovare e in quale formato, con un design strutturato e attraente. 

In breve, i suggerimenti che Google fornisce da anni in materia di design e ottimizzazione per i dispositivi mobili saranno un must a partire da settembre per qualsiasi azienda che abbia una parte della sua strategia sul suo sito web. Per ottenere ciò e facilitare il processo di adattamento, per chi non l'avesse ancora fatto, il gigante tecnologico invierà un avviso con informazioni riguardanti l’ottimizzazione del sito web per i dispositivi mobili. In questo modo, parlando di strategie di Marketing a 360º, il posizionamento SEO mobile assume una indiscutibile importanza.

Infine, una riflessione: viviamo in un mondo omnicanale, dove gli utenti e i clienti si lamentano dei brand che non ci trattano in egual modo tanto in negozio come online. Google sta semplicemente applicando questa esperienza utente al modo in cui navighiamo con i nostri cellulari.

 

 

views zoom copy 17
1055
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
Search (SEO)

Jan 22, 2020

By Luis Núñez

Tutto ciò che hai bisogno di conoscere sul nuovo algoritmo di Google

Search (SEO)

Oct 18, 2019

By Antoni Saurina

Tendenze SEO 2020: come migliorare il posizionamento del tuo sito web

Search (SEO)

Jul 28, 2017

By Gianluca Fiorelli

Gli ultimi trend del Local SEO