Le 3 fasi per creare la tua corporate image
Branding
Mar 26, 2020
Ricardo Vilardi
Creative Manager
Contact
twitter google+ email email linkedin linkedin

Corporate identity: non si tratta di loghi, si tratta di brand

Home > Branding > Corporate identity: non si tratta di loghi, si tratta di brand
Ci sono migliaia di brand, ma pochi rimangono impressi nella mente. Tutti nel mondo comunicano, ma pochi stabiliscono legami. Possiamo avere un prodotto meraviglioso e idee molto precise ma comunque non riuscire a consolidare, nella mente del pubblico, una chiara immagine del brand.

Primo: che cosa è la corporate image?

È il modo in cui il pubblico interpreta l'insieme dei segnali che mandiamo attraverso i prodotti, i servizi e le campagne create dal brand. Queste associazioni servono a creare un legame più o meno favorevole con la marca. Si potrebbe anche dire che la brand image è il significato che un'impresa assume nella mente del consumatore.

L'importanza del branding è quindi fondamentale per qualsiasi azienda che desideri creare un legame con i propri consumatori e vendere i propri prodotti. Il branding è una metodo di lavoro dal quale partire per affrontare ogni progetto, di qualsiasi natura esso sia. È uno strumento trasversale e sottostante che darà un senso a tutto ciò che facciamo.

 

Perché è importante la corporate image di un’azienda?

È cruciale avere una buona brand image per facilitare la permanenza nella coscienza del nostro pubblico potenziale, e trasmettere, aumentare e conservare lo spirito e il prestigio dell'azienda. Per farlo dobbiamo essere consapevoli dell'importanza di non risparmiare sulle risorse necessarie perché investire nello sviluppo dell'identità della vostra azienda può portare molteplici benefici. Facilita, infatti:

  • l'acquisto da parte del consumatore (User Experience);

  • l'identificazione del brand mantenendo la coerenza nella comunicazione attraverso diversi touchpoint, il che porta il consumatore a ricevere un messaggio chiaro;

  • La creazione di una brand value aumentando il suo riconoscimento tra il pubblico, creando consapevolezza e lealtà nei consumatori e diventando più competitivi.

Se pensi che la tua brand image non stia funzionando a dovere, forse è il momento di pensare a un rebranding. È quindi evidente il rapporto diretto tra brand image e strategia.

 

Come creare una strategia di branding di successo in 3 fasi

Nel creare una strategia di branding dovrebbero esserci almeno tre fasi distinte: analisi, strategia e attivazione. Sono tutte necessarie per far risaltare la tua corporate image nei confronti della concorrenza.

Fasi per la creazione di una brand strategy

1. Analisi: conosci il terreno su cui camminerai

In questa prima fase analizziamo lo scenario intorno a noi per creare la nostra corporate image. 

Qui cercheremo di chiarire:

  • le tendenze del mercato;

  • le accezioni che sfruttano i nostri competitor;

  • le best practice del settore;

  • le categorie parallele per trovare quel territorio di marca o spazio competitivo da cui comunicare.

Il modo migliore per concretizzare tutte queste informazioni è attraverso un documento di benchmarking che contenga lo studio esterno di aspetti immateriali (posizionamenti, valori...) fino a quelli tangibili (analisi tipografiche o colori).

Come creare una brand image

 

2. Strategia: stabilisci la direzione della tua brand identity

La strategia sarà il piano d'azione per mettersi al lavoro e modellare la corporate image del tuo brand. È un sistema di comunicazioni che fornisce la struttura e l'orientamento di tutti i touchpoint, sia interni che esterni, orientandoli al business.

Punti chiave per stabilire la tua corporate image

Una strategia di brand image efficace fornisce un'idea centrale intorno alla quale sono definiti tutti i comportamenti, azioni e comunicazioni della società. Da questa emergeranno elementi importanti come il posizionamento del brand, i valori e gli attributi, la personalità di marca o la value proposition.

E il modo di plasmare questa essenza per mostrarla al mondo sarà attraverso una piattaforma di comunicazione: una base, un documento senza tempo che raccolga il DNA del brand e serva a tutti i dipartimenti per distinguere ciò che è in linea con la strategia e cosa no.

 

3. Attivazione: far spiccare il volo alla tua brand image

Non dimentichiamo che tutte le componenti del brand sono in qualche modo disegnate, quindi il designer è presente in tutte le fasi del processo. Tuttavia, è in questa parte che ha più importanza: sarà il momento di costruire (o ripensare) un'identità o un'immagine del brand che parta da un concetto ne coniughi il testo e la forma. 

La brand identity deve essere facilmente utilizzabile da parte di coloro che la applicheranno. È quindi indispensabile creare un manuale che definisca le guideline per il suo utilizzo e implementazione. Idealmente dovremmo avere uno strumento interattivo, digitale e dinamico che ci tenga aggiornati sulle più recenti necessità e applicazioni del nostro sistema visivo, verbale e strategico.

In questa fase affrontiamo anche elementi come la tipografia, il cromatismo, l'illustrazione, la grafica, la fotografia, l'iconografia, il naming, la tag-line o il tone of voice. Tutti devono recepire l'essenza precedentemente definita nella brand platform, per creare un “tutto” che sia facilmente decodificabile dal pubblico.

 

Branding e brand image per il successo della tua azienda

L'intero processo culmina nel raggiungimento del nostro obiettivo di una corporate image che resti impressa nella mente dei nostri consumatori.

 

 

views zoom copy 17
428
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
Branding

Sep 24, 2020

By Patricia Peñalver

Perchè la tua azienda ha bisogno di un Brand Manager

Branding

Aug 30, 2019

By Ricardo Vilardi

L’autenticità del tone of voice nel processo di branding

Branding

Aug 16, 2019

By Karla Lorca

Sviluppo delle Soft Skill: la chiave per il successo professionale