Paid Media
Jan 20, 2022
Antoni Saurina
SEO & SEM Manager
Contact
twitter google+ email email linkedin linkedin

KPI e Google Ads: come controllare il tuo ROI, le vendite e l’andamento del tuo brand

Home > Paid Media > KPI e Google Ads: come controllare il tuo ROI, le vendite e l’andamento del tuo brand
Molte aziende parlano della misurazione del ROI (ritorno sull'investimento), come una delle aree che da maggior frustrazione. Per migliorare, l’unico modo è essere costanti nella misurazione e nell'analisi dei risultati, effettuando una buona valutazione delle performance e conseguenti aggiustamenti nella strategia.

Essere coinvolti nella definizione della strategia digitale di un progetto è un compito entusiasmante e stimolante. Ma analizzare i risultati e misurare l'efficacia delle azioni spesso non lo è altrettanto. 

Detto questo, è necessario sapere che la misurazione dei risultati deve essere una priorità: se non monitori l'investimento che fai in Paid Media, è impossibile per te sapere quale sia la redditività che è stata prodotta (e se il risultato sia stato raggiunto). 

Con Google Ads puoi monitorare e misurare qualsiasi metrica in modo molto semplice.

I KPIs di Google Ads: misura la brand awareness

I KPI (Key Performance Indicators) sono indicatori chiave per i progetti. Vanno decisi preventivamente in base alle priorità quando si creano le campagne Google Ads. Queste metriche ci consentono di interpretare il risultato di un'azione in base al suo scopo. Sebbene di solito si concentrino sulla quantità e sulle vendite, non è sempre così; calcolare il miglioramento o l'aumento della brand awareness della tua azienda è altrettanto importante, ed è possibile grazie alla rete display di Google Ads.

Gli annunci display sono uno dei modi più utilizzati per aumentare la copertura di un brand: possono essere mostrati su diversi siti correlati a parole chiave definite tramite il targeting.

I KPI più utilizzati in questo senso sono:

  • Impression. Se ti stai chiedendo cosa sono le impression di Google Ads, si tratta di quante volte un annuncio viene visualizzato nella pagina dei risultati di ricerca o in qualsiasi altro punto della rete di Google. Questo indicatore rappresenta il numero di utenti che hanno visto il tuo annuncio e, quindi, il brand dell'azienda.

  • CTR (Click Through Rate). Indica l'interesse o la pertinenza dei tuoi annunci rispetto agli utenti a cui vengono mostrati. Sebbene non ci sia un valore per determinare quando abbiamo ottenuto un buon CTR, esso può essere paragonato a quello della concorrenza che compete con i tuoi annunci. Tuttavia, resta inteso che maggiore è il tuo CTR, più pertinente è la campagna; con questo verifichiamo l’engagement degli utenti. Cosa sono quindi i clic nel CTR di Google Ads? Quante volte un utente fa clic sul nostro annuncio. La formula per calcolare il CTR è la seguente:

 

CTR= (Numero di impressioni/Numero di clic) x 100

 

  • Reach. È il numero di utenti che sono stati esposti ad un annuncio. Maggiore è la copertura, maggiore è il numero di potenziali clienti a cui è stato mostrato l'annuncio. Ciò si traduce in una maggiore consapevolezza del brand.

  • Frequenza. Chiamiamo frequenza il numero medio di volte in cui un utente è stato esposto ad un annuncio durante un determinato periodo di tempo. Per determinarlo, Google calcola la frequenza stimata raccogliendo dati da un gruppo campione e applicandoli all'insieme di tutte le impression.

Indicatori per misurare vendite e conversioni

Quando un potenziale cliente compie l'azione che ci aspettiamo (scarica un ebook, si iscrive a un evento o acquista un prodotto, ad esempio), si verifica una conversione. I principali KPI per misurare le vendite e le conversioni che otteniamo sono questi:

  • Costo per conversione. Questa metrica ti fornisce l'importo medio che hai pagato per ottenere una conversione. Come accennato, devi configurare in precedenza quale sia per te una conversione in Google Ads: vendita, lead, click, download, ecc. Se, ad esempio, hai investito 100€ in una campagna e hai realizzato 5 vendite (e le vendite sono il tuo obiettivo), il costo per conversione è di 20€. Devi dividere l'investimento per il numero di conversioni.

  • Tasso di conversione (CR). Il tasso di conversione in Google Ads è il rapporto tra il numero di utenti che hanno visitato il sito Web e quelli che hanno eseguito l'azione desiderata.

Il concetto essenziale per conoscere la redditività delle tue campagne pubblicitarie tramite Google Ads è sempre e comunque il ritorno sull'investimento (ROI).

L’importanza del ROI in Google Ads

Quando si effettua un investimento in pubblicità è necessario analizzare se il budget investito ha generato benefici. Se stai investendo più denaro di quello che stai guadagnando, stai sprecando risorse e dovresti valutare di sospendere la campagna; allo stesso modo, devi sapere se un annuncio sta andando meglio di altri e concentrare lì gli sforzi.

Calcolare il ROI non è complicato e con un semplice calcolo potrai sapere qual è il tuo ritorno sull'investimento. È un valore (percentuale) per valutare l'efficienza della spesa.

 

ROI= (beneficio ottenuto - investimento) / investimento)

 

Per misurare il ROI delle vendite devi sapere:

  • Che entrate hai realizzato con la tua campagna pubblicitaria.

  • I costi della tua merce.

  • La spesa in pubblicità.

Esistono molti tipi di campagne in Google Ads e calcolare il ROI per conversioni e traffico web è più complicato. In molte occasioni non conosciamo l'esatto valore monetario del download di un ebook o della compilazione di un modulo. Quanti form contatti diventano lead e clienti?

Di fronte a queste situazioni, esistono formule che, sebbene non offrano dati specifici sul ROI, consentono di misurare le campagne, come il costo per acquisizione (CPA). Questa è una forma di pagamento di annunci online dove l'inserzionista non paga quando l'annuncio viene pubblicato, ma quando converte, ovvero porta a una vendita.

CPA = (Costo / Conversioni)

Il CPA indica quanto costa alla tua azienda ottenere un'azione (una vendita o un lead, ad esempio) da un utente e viene spesso utilizzato come metodo di pagamento nei programmi di affiliazione. Dobbiamo calcolare un CPA diverso in base alle nostre diverse strategie pubblicitarie: Display, SEM, Social Ads

Studia i diversi KPI e le possibilità che Google Ads ti offre per misurare e analizzare i risultati del tuo investimento. Potrai così assicurarti di aver massimizzato la tua attività e la possibilità che il tuo lavoro sia profittevole e in crescita costante.

views zoom copy 17
1191
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
Paid Media

Apr 05, 2022

By Antoni Saurina

Vehicle Ads: scopri come configurare i nuovi annunci Google per il settore automotive

Paid Media

Jun 03, 2021

By Antoni Saurina

TikTok Ads: tutto quello che devi sapere

Paid Media

Oct 15, 2020

By Antoni Saurina

Crea la tua prima campagna Display con Google Ads