Sviluppo web
Apr 10, 2018
BY ENCARNA ABELLÁN

5 linee guida per costruire un sito B2B efficiente

Home > Sviluppo web > 5 linee guida per costruire un sito B2B efficiente
Il B2B ha un ritardo sulla presenza online. Abituato e forte nelle vendite offline, concluse tramite i reparti commerciali e incontrando i clienti, ha trascurato negli anni l’importanza di costruire siti web robusti. Eppure i dati evidenziano l’importanza dell’online anche per queste aziende.

Il 59% delle ricerche B2B viene fatta online. Una persona alla ricerca di un servizio oggi cerca notizie, recensioni, classifiche e prezzi sul web. Se fai B2B quindi non puoi pensare di non esserci.
 

Eppure molte aziende non hanno una presenza online significativa oppure hanno siti web che risultano agli occhi della propria audience poco utili, privi delle informazioni che le persone cercano o sono poco performanti.
 

Costruire un buon sito web B2B oggi è imprescindibile. Anche se non è finalizzato alle vendite. Perché è uno strumento potente per trovare nuovi clienti.
 

Ecco 5 linee guida per costruire un sito web B2B di successo, capace di espandere la propria rete commerciale e di rafforzare il marchio agli occhi degli utenti.
 

1 - Definisci le tipologie di utenti del sito
 

L’obiettivo iniziale che un’azienda B2B si deve porre è l’aumento del traffico sul proprio sito. Per poterlo fare è necessario identificare la propria audience: gli utenti di un sito sono infatti molto diversi tra loro, a meno che non si tratti di un sito iper specializzato. Questi utenti, così diversi tra loro, rappresentano i tuoi Buyer Persona, ognuno dei quali ha esigenze diverse.
 

Sono loro la base su cui costruire il tuo sito: ogni Buyer Persona che approda sul tuo sito deve trovare facilmente le informazioni che gli servono e contenuti utili. Dopo che hai definito i Buyer Persona, dovrai identificare le chiavi di ricerca (keywords) che portano al tuo sito e a quello dei tuoi competitor, così da costruire il sito in base alle loro ricerche (ed esigenze). Il segreto è concentrarsi su quello che la tua audience cerca quando si tratta della tua categoria, non su quello che tu vuoi dire.
 

Stabilisci anche quello che vuoi che i tuoi Buyer Persona facciano sul tuo sito, per esempio acquisti online, richiesta per essere contattati da un tuo venditore ecc...
 

Ciò servirà a determinare la metrica con la quale misurare le performance del tuo sito e il ROI. Fatturato, numero di lead, download di contenuti creati da te… questa è la strategia.
 


Source: Flickr

 

2 - Indicizzazione e SEO
 

Per essere trovato su Google il tuo sito deve essere ben indicizzato. La SEO è diventata di fondamentale importanza, non puoi trascurarla.

Anzi, è proprio in base a come sceglierai di essere indicizzato che riuscirai a definire l’architettura del tuo sito.
 

Ricorda che oggi più del 50% delle ricerche su Google è fatta da mobile e da marzo il motore di ricerca ha iniziato a indicizzare i siti sulla base delle versioni mobile e non più sulla versione desktop.

Quindi per costruire il tuo sito B2B pensa mobile first. Dalla versione mobile potrai disegnare poi la versione desktop. Non fare il contrario.
 

3 - Scegli la giusta tecnologia
 

Le tecnologie oggi a disposizione per sviluppare siti sono tante, scegliere quella giusta è strategicamente importante. Quando dovrai fare una scelta tra le tante, pensa a quella/e che ti permettono di ampliare o modificare facilmente il tuo sito in futuro. Con il passare del tempo potresti aver bisogno di fare aggiornamenti o cambiamenti.
 

Le aziende B2B hanno troppo spesso siti web poco robusti, costruiti con codici scritti male in partenza e che difficilmente possono essere ripresi in mano, se non da chi li ha concepiti inizialmente.
 

Punta su performance e sicurezza, e su una tecnologia ampiamente diffusa come ad esempio Symfony, un framework di PHP, tra i più utilizzati al mondo. È open source e dispone di un’ampia community di sviluppatori. Quindi non ti sarà difficile trovarne uno giusto per le tue esigenze. Symfony riduce i costi e i tempi di sviluppo perché utilizza moduli standard già sviluppati che consentono di concentrarsi principalmente su customizzazioni necessarie per la tua azienda. Ti permette di ridurre i tempi e i costi di sviluppo.
 


Source: Flickr

 

4 - Occupati della manutenzione
 

Come ogni cosa costruita, anche un sito va mantenuto. Non solo perché cambiano gli utenti e le piattaforme, ma anche per adattarsi ai continui cambiamenti che Google fa al suo algoritmo.
 

Puoi utilizzare tool gratuite, come Analytics, e non, come Hotjar, per capire come gli utenti navigano sul tuo sito, dove si interrompono (bounce rate) e dove convertono meglio.
 

Mano a mano che acquisirai dati potrai facilmente, e a basso costo, cambiare elementi del tuo sito per rispondere meglio alle esigenze dei tuoi utenti.

L’importante è avere un CMS semplice da usare. Per questo chiedi ai tuoi sviluppatori quale useranno. Potresti dover far fare alcune semplici modifiche internamente alla tua azienda dai tuoi collaboratori: devono tutti essere in grado di farlo in autonomia pur non avendo conoscenze digitali avanzate.
 

5 - Punta sullo Smarketing
 

Sia che il tuo sito sia un e-commerce o meno, deve funzionare come punto di incontro tra marketing e sales.
 

Se per esempio il tuo sito genera lead che però la tua forza vendita non riesce a convertire, può darsi che le lead non siano giuste oppure che non sono state “riscaldate” abbastanza prima di essere passate nelle mani del team sales.
 

La presenza online di un’azienda impone una maggiore collaborazione tra i team di marketing e sales che devono condividere obiettivi e risultati e capire insieme ciò che performa e ciò che non funziona.
 

Per aiutarli devi dotare i tuoi team degli strumenti giusti per valutare bene (e ragionare) in termini di metriche e risultati.
 

In questo post ti abbiamo presentato cinque modi per costruire un sito web B2B di successo. Se vuoi sapere scoprire come applicare nella maniera corretta le strategie di Digital Marketing, non perderti The Inbounder Global Conference 2018, i prossimi 25 e 26 aprile a Madrid. All’evento saranno presenti 27 esperti provenienti da tutto il mondo che ti sveleranno i trend su SEO, Social Media, Content Marketing, Analytics e CRO e altro ancora. Ti aspettiamo!

views
530
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
Sviluppo web

Oct 05, 2018

By Edgar Tébar

I migliori framework per lo sviluppo web: consigli per il tuo business online

Sviluppo web

May 08, 2018

By Valentina de Grandis

Le 3 regole chiave per un web design di successo nel 2018

Sviluppo web

Aug 02, 2016

By Marco Cabboi

Symfony, la piattaforma giusta per lo realizzazione del tuo sito web

Back to top