Social Media Marketing
Feb 02, 2018
BY NATASHA GINGLES

Come una strategia di influencer marketing può far crescere il tuo business

Home > Social Media Marketing > Come una strategia di influencer marketing può far crescere il tuo business
Cosa fanno gli influencer? Creano engagement. Detto in altre parole fanno da ponte tra gli utenti del web e i brand, attraverso i social network. Gli influencer aumentano i lead e li convertono in clienti effettivi.

Secondo lo studio Influencer Marketing Hub 2017 molte delle aziende che hanno investito in influencer marketing hanno avuto un ritorno di 7,65 $ per ogni dollaro speso. Ma il ROI può essere anche decisamente più elevato, arrivando anche a 20 $.

Vedendo questa grande opportunità, sempre più aziende hanno deciso di investire in strategie di influencer marketing, anche per andare incontro alle esigenze sempre maggiori dei loro clienti.

Così, oggi, il 37% delle aziende nel mondo include nei propri budget annuali questo tipo di marketing. E i numeri dimostrano che il trend continuerà a crescere: nel 2016 l’investimento su Instagram era stato di 700 milioni di dollari, nel 2017 è stato di 1,2 miliardi e quest’anno si prevede che raggiungerà la cifra di 1,8 miliardi di $.

 

Fonte: Influencer Marketing HUG.

 

Ma come sempre, se l’investimento non è fatto nel modo corretto, può essere inutile e anche dannoso.
 

Vediamo allora come gli influencer possono davvero far crescere il business di un’azienda e soprattutto gli aspetti da tenere in considerazione quando si decide di fare questo tipo di investimento.

 

Qualità e non quantità
 

La prima cosa da fare è definire i propri obiettivi e il proprio target di riferimento. Bisogna tener presente che il numero dei follower acquisiti attraverso gli influencer non è rilevante così tanto quanto lo è la qualità di questi possibili lead.
 

Un post può infatti raggiungere tante persone, ma se non è attrattivo per l’audience o se non serve a costruire una relazione con gli utenti, è del tutto inutile.
 

Sì, un influencer con molti follower può fare grandi numeri, ma bisognerebbe invece preferire influencer “esperti”, ossia persone specializzate in un determinato settore: il messaggio così arriva diretto al target di riferimento e a utenti davvero interessati al contenuto.
 

Questo tipo di influencer viene chiamato micro e si differenzia da quelli standard proprio per la sua specializzazione in un settore specifico, che lo rende competente e credibile agli occhi dei suoi follower. I micro-influencer rappresentano un’opportunità di business ad alta profittabilità e basso rischio.
 

Un dato interessante ci viene dato dalle statistiche: un influencer con meno di 5.000 follower ha un tasso di interazione (interaction rate) del 9,6%, invece per gli influencer con più di 5.000 follower il tasso scende al 3,3%. E il valore continua a diminuire con l’aumentare dei follower.

 

Non esistono influencer “standard”
 

L’influencer marketing non è adatto a tutte le aziende.

Ma soprattutto perché abbia successo è fondamentale definire i propri buyer persona, conoscerli profondamente, così da sviluppare una strategia di marketing vincente.

Iniziare facendo le giuste analisi assicurerà il successo e la crescita dell’azienda.

 

Budget
 

Una volta deciso che gli influencer possono aiutare ad aumentare le vendite, bisogna inserirli nel budget, sapendo che non si tratta di un piccolo investimento. Diventando più popolari e richiesti, gli influencer sono diventati anche più cari.

 

Ci sono due possibilità per ridurre il loro costo:
 

- Omaggio: si può pensare, in cambio di uno “sconto”, di offrire gratis il prodotto che stiamo chiedendo di sponsorizzare, ma questa alternativa ha senso solo se può essere di suo interesse;

-Pay per conversion: si può stabilire una cifra per ogni conversione, creando un link o generando un codice sconto.

 


Fonte: Influencer Marketing HUG.

 

Pensare in grande… e in lungo
 

Non ci si può aspettare un aumento delle vendite grazie a un tweet o a un post su Facebook. L’investimento nell’influencer marketing deve essere a lungo termine. Funziona proprio come con i clienti: la fiducia si costruisce con il tempo.

 

Considera gli influencer come partner
 

Gli influencer rappresentano il brand. Per rafforzare l’immagine e aumentare le vendite, bisogna credere in loro. Per questo è importante costruire un rapporto basato su lealtà e fiducia.
 

Se seguirai questi consigli, i tuoi investimenti in influencer marketing genereranno grandi risultati. Garantito! E se vuoi incontrare alcuni dei migliori influencer di digital marketing, puoi partecipare all’evento The Inbounder Global Conference 2018.


Il più atteso evento di digital marketing d’Europa si svolgerà il 25 e 26 aprile a Madrid, al Palacio de Congresos e riunirà i migliori esperti e influencer delle diverse aree di digital marketing, come SEO, social media, content marketing e CRO.

views
532
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email
merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
Social Media Marketing

Nov 21, 2016

By Anna Giampaolo

Come costruire la brand identity con i social media

Social Media Marketing

Oct 14, 2016

By Martina Colucci

Come pianificare una social media strategy per creare engagement

View all
Back to top