normative ue copyright
E-commerce
May 31, 2019
José Antonio Luján
Contact
twitter google+ email email linkedin linkedin

Due nuove normative UE in materia di copyright e autenticazione

Home > E-commerce > Due nuove normative UE in materia di copyright e autenticazione
Gli ultimi cambiamenti nelle normative e nelle direttive dell'Unione Europea possono influenzare le attività della tua azienda. Uno di questi riguarda il processo di acquisto online e, il secondo, i contenuti che pubblichiamo in rete. Vuoi saperne di più? Ecco tutto ciò che devi sapere.

Dopo il tumulto causato dal "Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR)" del 2018, si avvicinano una serie di modifiche ai regolamenti e alle direttive dell'Unione Europea che porteranno diverse novità.

Stiamo parlando della Strong Customer Authentication (SCA) e di una nuova serie di norme sul copyright.

Con questo articolo vogliamo aiutarti a familiarizzare con queste ultime leggi, poiché potrebbero toccarti e potresti dover iniziare a pensare a una loro implementazione nelle tue attività. 

Regolamenti e direttive dell'Unione Europea: FAQ

Regole sulla sicurezza per i pagamenti online: SCA 

SCA: di cosa si tratta?

La Strong Customer Authentication o SCA è un metodo di autenticazione imposto dall’Unione Europea, con lo scopo di regolamentare le transazioni digitali e prevenire quanto più possibile le frodi online

Entrerà in vigore il 14 settembre 2019 e, a partire da quella data, le banche dovranno respingere  tutti i pagamenti che non soddisfano i requisiti previsti dalla legge.

Cosa comporta?

La SCA richiede un ulteriore livello di autenticazione quando si effettuano acquisti online. L’obiettivo è quello di creare metodi di pagamento online sicuri per evitare le frodi. Se prima era sufficiente avere il numero della carta di credito e l'indirizzo di fatturazione, ora è necessario includere almeno due dei tre seguenti elementi:

  1. qualcosa che devi sapere: password o PIN;
  2. qualcosa che possiedi: smartphone o token;
  3. qualcosa di te: impronta digitale o altre caratteristiche biometriche.

A cosa serve?

Con il moltiplicarsi degli acquisti online, in Europa aumenta anche il numero di acquisti fraudolenti o di carte di credito rubate. La Banca Centrale Europea (BCE) stima che il totale di crimini di questo tipo raggiunga un valore di 1,3 milioni di euro. E si spera che il numero degli acquisti online raggiunga un trilione di dollari nel 2022. Questa nuova normativa tenta di proteggere i consumatori riducendo questo tipo di frodi.

Quando viene applicata la SCA?

La SCA sarà necessaria solo nei pagamenti online effettuati dal cliente, ovvero quando l’utente realizza attivamente un acquisto attraverso un iter online.

Nel caso di acquisti frequenti, per esempio abbonamenti, si considera come una transazione avviata dall'azienda stessa e non sarà necessaria l’autenticazione.

Esistono alcune altre eccezioni:

  • Transazioni a basso rischio, nel caso in cui il fornitore di servizi di pagamento e la banca non superino un determinato numero di frodi.
  • Transazioni inferiori a € 30.
  • Abbonamenti allo stesso importo per la stessa attività.
  • Acquisti sicuri approvati precedentemente dagli utenti.

Come mi adeguo alla SCA?

Solo il 25% dei siti di e-commerce europei è a conoscenza delle modifiche che verranno apportate a settembre, perciò vale la pena mettersi all’opera.

Non è un processo semplice. Ecco alcuni step da seguire:

1. Analizza l'esperienza di pagamento della tua piattaforma

Esegui un'analisi approfondita del processo seguito dall'utente per il pagamento online, in modo da individuare dove è possibile apportare i cambiamenti nel modo più lievi possibile. Ricorda che è fondamentale facilitare il processo al cliente, per garantirti che non abbandoni il carrello prima di aver effettuato l’acquisto.

Tieni presente che, nei requisiti imposti dalla SCA, puoi scegliere tra differenti metodi di autenticazione. Per questo, trova il migliore per la tua tipologia di cliente e di azienda.

2. Abbi ben chiaro quando si applica la SCA e quando no

Ti abbiamo già detto che la SCA non si applica in tutti i casi, perciò le banche del tuo mercato di riferimento avranno l’ultima parola. Ognuna può interpretare la legge in modo diverso. Informati per sapere come devi muoverti.

Se la tua azienda opera in paesi diversi potrebbe essere interessante contare su un partner che ti aiuti a rispettare correttamente la normativa in tutti i mercati.

3. Prova 3D Secure 2 (3DS2)

Solitamente oggi, quando effettuiamo un acquisto online, inseriamo il nostro numero di carta di credito e poi la banca ci chiede di inserire un codice PIN che viene inviato al nostro cellulare tramite SMS. Questo sistema è noto come 3D Secure.

Con la nuova normativa lo stesso sistema si è evoluto in 3D Secure 2. Questo metodo servirà per autorizzare i pagamenti con carta di credito, secondo i requisiti SCA. L'ultima versione offre una UX migliorata e riduce l'attrito che potrebbe sorgere quando si tenta di completare una transazione online.

facebook sca

Nuova legge europea sul copyright

Che cos’è?

Dopo una lunga polemica, alla fine di marzo 2019, il Parlamento Europeo ha approvato la nuova direttiva europea che rinnova i diritti d’autore a livello comunitario. Questa nuova misura mira a proteggere il copyright, obbligando le aziende che creano contenuti ad applicare determinati filtri prima di qualsiasi pubblicazione.

In cosa consiste la nuova direttiva europea sul copyright?

Da questo momento, le piattaforme saranno responsabili di garantire il rispetto del copyright in Internet e dovranno assumersi la responsabilità dei contenuti che pubblicano. Ciò significa che dovranno applicare una serie di filtri precedenti per garantire che non si utilizzi materiale già prodotto da altri.

Fino ad ora, le piattaforme dovevano verificare la presenza di un'infrazione in caso di reclami. Se questa fosse realmente avvenuta, erano tenute a eliminare totalmente il contenuto. Con la nuova normativa, le piattaforme come YouTube o Facebook saranno responsabili della  pubblicazione di contenuti protetti. Il regolamento stabilisce che sono tenute ad applicare "tecniche efficaci di riconoscimento dei contenuti", in grado di filtrare automaticamente tutti ciò che non deve essere di pubblico dominio.

Quando entrerà in vigore?

Gli Stati Membri avranno due anni per inserire la direttiva all’interno della propria legislazione nazionale. Attualmente, in Italia il provvedimento non è ancora stato approvato definitivamente dal Governo.

Quali conseguenze ci sono?

1. Devi prestare particolare attenzione al copyright

Se noi, in quanto brand, non vogliamo che i nostri contenuti siano bloccati su piattaforme come Facebook o YouTube, dovremo effettuare un'analisi accurata nella creazione di contenuti. Sarà fondamentale verificare che non si stia violando alcun copyright con musica, adattamenti di immagini, etc. In caso contrario, i nostri contenuti potrebbero non raggiungere mai l’audience da noi prefissato.

2. Avrai bisogno dell'autorizzazione esplicita dell'autore per condividere qualsiasi contenuto

Dovremo essere estremamente scrupolosi quando condividiamo contenuti prodotti da terzi, anche se hanno a che fare con il nostro brand. Se per esempio, vogliamo pubblicare su Instagram la foto scattata da un utente nel nostro hotel, dovremo prima avergli chiesto espressamente il permesso per poter dimostrare che ci sono stati concessi i diritti per la pubblicazione.  

3. Presta un’attenzione particolare ai meme o alle GIF

Se siamo soliti condividere contenuti come meme o GIF, gli algoritmi potrebbero bloccarli. Anche se un contenuto viene adattato per fini artistici o comici, alcuni giuristi non sono certi che si potranno utilizzare.

L’applicazione della SCA, invece, è imminente e ti raccomandiamo di prepararti adeguatamente, iniziando a implementare i nuovi requisiti per consentire di finalizzare gli acquisti online.

Appoggiarsi a un team di esperti che ti aiutino a ottimizzare il processo e rendere più semplice all’utente, può essere la chiave per non essere influenzati nelle vendite e-commerce.

views zoom copy 17
119
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
E-commerce

Nov 14, 2016

By Marco Cabboi

I 3 strumenti digitali per analizzare i dati del tuo e-commerce

E-commerce

Oct 27, 2016

By Marco Cabboi

I consigli per distinguersi dalla concorrenza con il tuo e-commerce

E-commerce

Oct 18, 2016

By Marco Cabboi

Come aumentare la conversion rate con un e-commerce di successo