Mobile e Web app
Jan 13, 2020
Natalia Bergareche
Head of Corporate Marketing
Contact
email email

Perché il Settore Viaggi Dovrebbe Investire nel Mobile Marketing

Home > Mobile e Web app > Perché il Settore Viaggi Dovrebbe Investire nel Mobile Marketing
Sapevi che il 33% degli utenti prenota i propri viaggi con lo smartphone? I dispositivi mobile sono sempre più indispensabili per chi viaggia, il che li rende un player che va assolutamente considerato nelle nostre strategie di marketing e vendite.

utilizzo di dispositivi mobile per viaggiare

Lo sviluppo e la diffusione di nuove tecnologie stanno favorendo un cambiamento radicale nelle abitudini dei viaggiatori. Abbiamo visto come in meno di dieci anni le tradizionali campagne stampa siano passate in secondo piano rispetto al digital marketing, alle esperienze connesse e all’Intelligenza Artificiale. E abbiamo anche visto che i viaggiatori hanno incominciato a prenotare online, fare check-in dal telefono e  raccontare le loro avventure sui social media. In tutta questa trasformazione, il mobile marketing ha e continuerà ad avere un ruolo cruciale nel settore dei viaggi. 

È sufficiente analizzare la nostra vita di tutti i giorni per renderci conto che queste innovazioni tecnologiche, e gli smartphone in particolare, sono elementi fondamentali. Come dicevamo nel nostro report sui trend del turismo, si prevede che più di 5 miliardi di persone nel mondo useranno uno smartphone. 

 

Mobile marketing: come vengono utilizzati i dispositivi mobile nell’ambito dei viaggi? 

La presenza dei telefoni nelle nostre vite va ben al di là delle vacanze. Incomincia nel momento in cui cerchiamo la prima ispirazione per il nostro prossimo viaggio e prosegue fino a quando torniamo a casa pieni di aneddoti e di fotografie, nei rullini o più probabilmente sugli smartphone. 

Oggi sappiamo che i cellulari sono presenti in tutte le fasi del processo, cosa che va considerata quando si costruisce una strategia di mobile marketing. Secondo numerose fonti citate nel nostro report, il 33% degli utenti prenota i propri viaggi dallo smartphone e il 62% di loro ritiene molto più pratica la carta d’imbarco elettronica. 

Un recente studio di Travelport va ancora più in là e analizza i canali utilizzati, dividendo i viaggi di lavoro e quelli di piacere in base a tre azioni chiave: la ricerca dei voli, la prenotazione o il pagamento, e la programmazione di un viaggio. 

risultati dell’uso di dispositivi mobile nei viaggi 

Fonte: Travelport

I dati ci dicono che i dispositivi più usati sono il computer, lo smartphone e i dispositivi mobile in ciascuna di queste tre fasi. Un altro dato che emerge è che chi viaggia per lavoro ha molta più familiarità con l’uso dello smartphone rispetto a chi viaggia per piacere. 

Si nota anche che le persone preferiscono utilizzare sui loro dispositivi mobile le app piuttosto che i siti aziendali. 

app o siti web per dispositivi mobile nelle attività legate ai viaggi

Quali sono i touchpoint con gli utenti? 

In questo contesto, bisogna anche rendersi conto che il processo di acquisto non solo non è lineare, ma non avviene nemmeno su un’unica piattaforma. Le relazioni con gli utenti si fanno sempre più complesse via via che gli strumenti e le soluzioni tecnologiche legate al marketing rendono tali relazioni sempre più centrali.

Secondo uno studio di McKinsey, se analizziamo un intero customer journey, vedremo che l’utente tende a spostarsi da un canale all’altro in media 50 volte, passando dal computer al tablet allo smartphone. È così che siamo arrivati a individuare quasi 100 touchpoint. 

 

Cosa considerare quando si traccia una strategia di mobile marketing 

1. L’importanza di un design responsive

Sappiamo che può sembrare assurdo, eppure al giorno d’oggi esistono ancora siti che non si adattano ai dispositivi mobile. È quindi fondamentale sottolineare l’importanza di avere un sito con un design responsive capace di adattarsi a qualunque dispositivo mobile, specialmente se vogliamo implementare strategie di mobile marketing. I più recenti algoritmi di Google “premiano” quei siti che performano bene su mobile, innalzando il loro ranking.  

I siti che funzionano bene su mobile utilizzano un design responsive, ossia capace di adattarsi automaticamente alla dimensioni e alla forma dello schermo con cui l’utente sta visionando il sito. Come abbiamo visto, creare un sito con un design adattivo e fondamentale per avere un buon ranking su Google, e di conseguenza aumentare le possibilità di venire trovati da potenziali clienti. 

Il raggiungimento di migliori risultati organici è uno dei motivi per cui il travel marketing deve essere provvisto di design responsive. Un altro motivo è il fatto che chi utilizza dispositivi mobile non rimane a lungo su un sito che non sia responsive. Secondo ExactTarget, il 27% degli utenti abbandona i siti non adattivi: un pericolo che va assolutamente evitato. Più tempo qualcuno passa su un sito, più probabilità ci sono che finisca per diventare un customer.

design responsive

Il design responsive offre una user experience indipendente dal dispositivo utilizzato. Questo è di grande importanza nel travel marketing, poiché, come la ricerca Think With Google ha dimostrato, quasi la metà di coloro che cercano sullo smartphone ispirazioni per i loro viaggi di piacere finiscono per effettuare la prenotazione su un altro dispositivo. Dal momento che molti viaggiatori usano lo smartphone per fare ricerche e poi passano a un computer o a un laptop per prenotare o consultare un sito di viaggi, devi assicurarti che i messaggi di marketing e il look’n’feel del tuo brand rimangano gli stessi da un dispositivo all’altro.

 2. Viaggiatori estemporanei: il tuo sito deve essere sempre sul pezzo  

Ci sono viaggiatori che pianificano in anticipo anche il più piccolo dettaglio, e altri che preferiscono una maggiore improvvisazione. Qualcuno di loro potrebbe organizzare un viaggio in giornata a Firenze e innamorarsi così tanto della città da volervi trascorrere la notte. Devi far sì che il tuo hotel sia sempre ben posizionato nei risultati di ricerca quando un viaggiatore prende il suo smartphone e cerca “hotel a Firenze” o “hotel nelle vicinanze”. 

Google tende a fornire risultati locali significativi, per rendere questo tipo di ricerche il più utile possibile per questa tipologia di turisti. Ecco perché gli hotel che si trovano nei paraggi compaiono per primi. Insieme ai risultati vengono mostrate anche le posizioni, per far capire subito quali sono quelli più vicini. Ottimizza il tuo sito per questo tipo di ricerche utilizzando un dominio locale, e verifica con Google My Business che posizione e informazioni di contatto siano corrette.

google my business 
Source: GoogleMyBusiness

 3. Personalizza la tua offerta per connetterti agli utenti

Proporre viaggi personalizzati attraverso dispositivi mobile è un’altra possibilità di raggiungere gli utenti e sorprenderli con offerte perfettamente in linea con le loro esigenze e i loro interessi. Le ricerche dimostrano che le esperienze personalizzate, sia online che nella realtà, soddisfano i consumatori e rafforzano la relazione col brand. Non solo: è sempre più una richiesta che parte dai clienti, dato che il 69% di loro si fidelizzerà più volentieri con una compagnia di viaggi che offra esperienze su misura. 

Sfrutta gli strumenti di  marketing a 360° per creare campagne in grado di connettere tutti i touchpoint tra un brand e i suoi clienti e offrire loro un’esperienza personalizzata. L’automazione e l’intelligenza artificiale ti aiuteranno a coltivare un rapporto più stretto con il tuo target, fino a conquistarne la fiducia. 

4. I micromomenti, una parte sempre più importante nella scelta di un viaggio

Stando a Think With Google, il 69% di chi viaggia per piacere usa lo smartphone per sondare nuove offerte nei tempi morti, per esempio in coda alla cassa del supermercato o sui mezzi pubblici. Google definisce questi periodi brevi ma intensi, in cui la gente naviga e fa ricerche sui propri dispositivi mobile, come “micromomenti.” Questi rapidissimi impulsi di “Voglio trovare,” “Voglio andare, “Voglio fare,” o ”Voglio comprare” determinano le preferenze dei consumatori verso i brand e influenzano le loro decisioni finali in termini di acquisto. 

pianificazione online di viaggi

Source: Thinking With Google

Lo studio arriva alla conclusione che il 54% di coloro che viaggiano per piacere trovano idee sui loro smartphone connettendosi rapidamente ai motori di ricerca,  mentre il 47% si affida a siti social (forum e social network) durante i propri viaggi. Questi risultati ci dicono che le best practice per un buon marketing turistico prevedono la creazione di contenuti diretti, facili da trovare e da leggere, e che rispondono alle richieste dell’utente con un clic. 

5. Sfrutta le reti 5G per creare esperienze indimenticabili 

Entro il 2025, due terzi delle connessioni mobili di tutto il mondo avverranno su reti 4G e 5G. Di queste, il 53% sarà in 4G, quando nel 2017 erano il 29%. Ma è il 5G ad aprire un mondo di possibilità. Permetterà di navigare 100 volte più velocemente con una velocità media di 20 Gbps. Come conseguenza, i download di dati supereranno quelli delle attuali reti in fibra ottica. Per fare un esempio, si potrà scaricare un film da 1GB in meno di dieci secondi. 

Il significativo miglioramento dato dal 5G aumenterà anche la capacità di gestire un maggior numero di connessioni per installazione, e questo favorirà il boom dell’Internet of Things. Potremo anche creare esperienze di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata. 

Per concludere, il mobile marketing è una fantastica opportunità per connettersi con gli utenti e far loro vedere cosa abbiamo da offrire. Questo canale ti aiuterà a dare maggiore visibilità alla tua attività, essere più vicino al turista/viaggiatore, diventare un punto di riferimento tra i brand e posizionarti come top of mind nel tuo settore. 

views zoom copy 17
418
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
Mobile e Web app

Aug 13, 2020

By Belén Vidal

App per il turismo: il caso di Tripadvisor

Mobile e Web app

May 10, 2017

By Michael Salvaggio

WeChat, molto più di una semplice app

Mobile e Web app

Mar 01, 2017

By Marco Cabboi

Mobile marketing e viaggi: le migliori app turistiche