Social Media Marketing
Feb 25, 2021
Natasha Gingles
International Project Director
Contact
twitter google+ email email linkedin linkedin

Strumenti di Social Media Selling: ottimizza la tua strategia

Home > Social Media Marketing > Strumenti di Social Media Selling: ottimizza la tua strategia
I Social Network occupano sempre più spazio nelle nostre vite, e i brand se ne sono resi conto. È il momento di sfruttare tutto il loro potenziale attraverso una strategia capace di ottenere grandi risultati.

Ormai è evidente che i social media sono diventati un canale di comunicazione enormemente importante nella nostra vita. Per molti è lo strumento principale utilizzato tanto per “avere una visione generale” del mondo quanto come fonte di notizie, nuovi trend e opportunità in generale. Secondo i dati raccolti da Statista, si stima che nel 2021 ci sarà un totale di 3,78 miliardi di utenti che usano i social media in tutto il mondo. Nei prossimi anni, man mano che i paesi meno sviluppati digitalmente raggiungeranno un livello più alto di infrastrutture, questo numero crescerà fino a 4,41 miliardi entro il 2025, sempre secondo le previsioni. 

Ecco perché il social media marketing e il social media selling sono così importanti: il pubblico è lì, pronto e in attesa. 

I brand hanno capito l'enorme potenziale dei social media e li hanno integrati nelle strategie di Marketing a 360º per avvicinarsi ai potenziali clienti. Ad oggi infatti le persone utilizzano i social media anche per gli acquisti: il 52% degli utenti in Spagna, per esempio, si dichiara sui social, fan o follower di un brand, soprattutto i giovani (16-40); e il 59% afferma che ricerca un brand/prodotto/servizio sui social media prima di procedere con l’acquisto (dati tratti da Estudios de Redes Sociales 2020 di IAB Spagna). 

Le piattaforme, infatti, si sono adattate a questo fenomeno e si sono evolute in alcune delle loro applicazioni per facilitare il processo di acquisto

Instagram è l'esempio migliore: nel 2018 ha attivato la funzione Instagram Shopping aggiungendo Label di prezzo sulle immagini, rendendo di fatto molto più facile per gli utenti l’acquisto dei prodotti direttamente attraverso l'app. Anche lo swipe up è stato una piccola rivoluzione: la possibilità di includere link nelle storie ha aperto la porta ai brand e agli influencer per portare traffico ai loro siti web, aumentando di conseguenza le vendite dei loro prodotti. 

Strumenti di social selling

Source: Creative Market

I social media sono strumenti di marketing di grandissimo valore. Le tendenze nel 2021 ci dicono che il marketing nostalgico ritornerà. 

Ora però la domanda è: come possiamo usare i social media?
 

Social Media Selling: consigli per ottimizzare le strategie

Una strategia di social media richiede un planning preventivo per ottenere i migliori risultati. È necessario sapere a chi rivolgersi, fissare degli obiettivi e sviluppare un piano per far crescere il ROI della tua strategia di Social Media Marketing. Agli utenti piace ricevere contenuti con un valore aggiunto, che li sorprenda, non una 'autopromozione' o una vendita diretta e aggressiva di prodotti o servizi.

È importante scegliere correttamente in quali social media essere presenti. Una strategia omogenea di solito non funziona; ogni social media ha le sue sfumature, il suo pubblico e degli usi specifici. Fa parte del Social Selling verificare dove sia la tua audience. Per esempio, LinkedIn è perfetto per le imprese B2B e Instagram per le aziende del settore della moda e soprattutto per il pubblico giovane. 

È molto importante inoltre monitorare puntualmente i commenti che si ricevono e le opinioni, negative o positive che siano. Gli utenti devono sentire l’esistenza di una vera relazione, diretta. È imprescindibile contribuire alle interazioni. Ottimale poi attivare una strategia di ascolto attivo, interagire e imparare a reindirizzare la conversazione in maniera positiva, gestendo le critiche e le lamentele.

Affinché tutto il lavoro sui social media abbia senso, bisogna valutare i risultati della strategia, analizzare i dati ed estrarre gli insight grazie ai quali è possibile perfezionare e ottimizzare le azioni in corso. Gli elementi quantitativi sono importanti (like, commenti, citazioni, retweet), ma non meno di quelli qualitativi: la percezione del brand, la tipologia di persone che lo segue, chi si sta raggiungendo e chi non ancora. 

Per incoraggiare la conversione attraverso i social media, avere un'immagine coerente in ognuno di essi è fondamentale, ma è ancora più importante essere chiari su quale obiettivo vogliamo raggiungere. 

Come detto in precedenza, Instagram Shopping aiuterà ad attirare il traffico web e aumentare le vendite di prodotti o servizi, mostrando in modo molto visivo e attraente il prezzo e gli articoli correlati, favorendo così il cross-selling. Se il vostro target di riferimento è su questo social network non potrete farne a meno.  

Instagram Shopping e come ottimizzare la strategia di social selling

Per realizzare una buona gestione e analisi dei social network avrete bisogno di tool specifiche di Social Media e, soprattutto, di tool di Social Selling che vi aiuteranno e faciliteranno il compito. 

Eccone alcune.
 

Strumenti per una Social Media Selling Strategy

Ci sono strumenti per gestire tutti i tipi di social media, ecco quelli più utili per il Social Selling e soprattutto, quelli che ti potranno aiutare a rispondere a questa semplice domanda: “come posso incrementare le vendite sui social network?”

  • LinkedIn Sales Navigator. Uno strumento collegato a LinkedIn per segmentare aziende e potenziali acquirenti, migliorare l'interazione con loro e ricevere informazioni.

  • FollowerWonk. Questo strumento per Twitter permette di trovare gli influencer chiave per argomento, sondare il mercato e confrontare diversi account e le loro prestazioni. 

  • HootsuiteUno dei migliori strumenti per gestire i social network. Hootsuite gestisce i profili di tutti i tipi di social su un'unica piattaforma, permette di monitorare la concorrenza e raffinare il targeting. 

  • GetProspect. Questo strumento è un po' fuori dal regno dei social media, ma è comunque utile. Aiuta a trovare indirizzi e-mail precisi con cui costruire database.

  • Coobis. Piattaforma di Branded Content & Influencer Marketing: si usa per contattare i media e gli influencer che danno più visibilità al tuo marchio nelle reti sociali. 

  • Buffer. Buffer è uno strumento per gestire il contenuto da pubblicare e mantenere una pianificazione. Offre statistiche di tutti gli account gestiti da questa piattaforma. 

  • Canva e Bitly. Canva è perfetto per lavorare creativamente le tue pubblicazioni, semplice e intuitivo da usare. E Bitly ti permette di accorciare i tuoi URL e misurare l'impatto dei tuoi contenuti. 

  • SproutSocial. Utile per gestire i social network, monitorare i profili, le parole chiave grazie a Sprout Social. È possibile collegare fino a 20 profili nella sua versione Premium. 
     

Social media selling strategy e influencer

Un altro fattore da non trascurare nel social media marketing e nel Social Selling sono gli influencer. Prenderli in considerazione in una strategia digitale è essenziale per una crescita costante: non servono solo a presentare e promuovere un prodotto o un servizio, di fatto aiutano moltissimo a migliorare la relazione con il brand stesso, a presentare meglio l’utilizzo del prodotto o servizio, attraverso un'esperienza reale. 

Secondo uno studio di eMarketer, il 72,5% dei brand utilizzerà l'influencer marketing nelle proprie strategie social nel 2022.

Utilizzo dell'influencer marketing 2021: vendita sui social media

Ben oltre la brand awareness, l'uso degli influencer diventa anche uno specchio del brand e dei valori che intende trasmettere. È, in un certo senso, il riflesso del pubblico di riferimento, come se fossero gli attori che appaiono nelle pubblicità di profumi, un Brad Pitt per Chanel Nº5 che dice“It's not a journey... every journey ends”.

Ecco perché la scelta degli influencer quando si promuove un brand è la chiave per avere successo nel legame brand-target, così come i social network in cui sarà effettuata. 

D'altra parte, è importante misurare sempre bene queste azioni di Social Selling per sapere se sono stati utili nel raggiungere gli obiettivi. 

Come? Creando degli UTM che gli influencer metteranno nel link che andranno a promuovere, per esempio attraverso lo strumento swipe up. Ovviamente da accorciare con strumenti come il sopracitato Bitly, senza quindi spaventare nessuno con un URL troppo lungo! 

Quando si tratta di un'azione promozionale attraverso la quale l'utente ottiene uno sconto o un regalo, è raccomandabile considerare l’uso di un codice personalizzato così da poter facilmente sapere quante persone hanno effettuato l’acquisto proprio grazie a quell'influencer. Nelle azioni di brand awareness che non hanno né un URL né un codice promozionale, la misurazione è infatti più complicata, per cui si raccomanda di utilizzare uno di questi elementi per "tracciarla" correttamente. 

Il Social Selling è un'arma del futuro (e del presente) con la quale avvicinarsi al pubblico da un'altra prospettiva, molto più vicina alle sue abitudini di consumo. 

I social fanno parte della vita di ognuno, quindi è importante essere presenti e approfittarne per creare brand awareness, sedurre e convincere con il miglior messaggio. Pronti per la sfida?

views zoom copy 17
151
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
Social Media Marketing

Dec 17, 2020

By Natasha Gingles

Social Network: trend 2021. Cosa c'è di nuovo?

Social Media Marketing

Nov 26, 2020

By Natasha Gingles

Come Misurare il ROI dei Social Media

Social Media Marketing

Aug 09, 2019

By Natasha Gingles

Come la Direttiva Copyright del Parlamento UE incide sui social media