Cos'è un piano di marketing digitale
Inbound marketing
May 06, 2021
Patricia Peñalver
Digital Project Manager
Contact
twitter google+ email email linkedin linkedin

Digital marketing plan: come realizzarlo step by step

Home > Inbound marketing > Digital marketing plan: come realizzarlo step by step
Come si crea un piano di marketing digitale di successo? Tenendo conto la SEO, le analitiche, il posizionamento web e i social media, con obiettivi chiari, metriche precise e un piano strategico efficace.

Cómo hacer un plan de marketing digital paso a paso

Mettere in moto azioni di marketing digitale senza un piano o una strategia precedentemente definiti potrebbe portare al fallimento, poiché non saremo in grado di contemplare tutti gli aspetti che possono condizionare lo sviluppo di queste azioni. In termini di marketing digitale, è importante farlo bene perché può fare la differenza rispetto ai risultati di business: le aziende con un blog generano il 67% di lead in più rispetto a quelle senza, per esempio; e tra i 5.000 annunci che una persona vede di media ogni giorno, è essenziale lavorare perfezionando al massimo fino all’ultimo dettaglio una strategia coerente, in modo che risalti e raggiunga il pubblico obiettivo.

I canali di comunicazione digitale hanno acquisito un'importanza determinante per il successo di un progetto. Secondo Forbes, con i dati del 2020, il 55% della popolazione mondiale ha accesso a Internet: si tratta di un mercato di 4,2 miliardi di utenti. La tendenza è lo shopping mobile: il 51% del commercio digitale, infatti, viene eseguito tramite dispositivi mobile. Non possiamo quindi permetterci di restarne esclusi, né che i nostri contenuti non siano mobile responsive.

Determinare il target di riferimento specifico (buyer persona), obiettivi di business chiari e avere una proposta di valore appropriata sono alcuni degli aspetti che devono essere sviluppati quando si struttura un piano di marketing.
 

In cosa consiste un piano di marketing digitale?

Nel documento in cui dettagliamo il nostro piano di marketing non possono mancare questi elementi, che ci aiutano ad articolare le campagne e la loro programmazione:

  • Obiettivi di business a breve, medio e lungo termine.

  • Le strategie per raggiungere gli obiettivi a livello digitale.

  • I canali da utilizzare.

  • Piani d'azione e di sviluppo.

  • Investimenti e budget. 

  • Tabella di marcia.

Philip Kotler, riconosciuto come uno dei padri del marketing moderno, definisce un piano di marketing tradizionale come: “un documento scritto in cui vengono raccolti gli obiettivi, le strategie e i piani d'azione relativi alle leve del Marketing-Mix, che faciliteranno e renderanno possibile il compimento della strategia dettata in ambito aziendale, anno dopo anno, passo dopo passo”. 

La tua azienda ha bisogno di una strategia di digital marketing? Nella stragrande maggioranza dei casi, la risposta è sì. E ne hai bisogno per:

  • Attrarre, convincere, convertire e far innamorare i tuoi clienti con il tuo prodotto o servizio;

  • Pianificare tutte le strategie e le azioni per raggiungerli;

  • Segmentare le tue campagne di marketing per apportare valore in ogni fase.

Ecco perché prima di approfondire gli obiettivi del del tuo piano di Digital Marketing devi conoscere bene il target, i canali in cui devi essere presente, individuare chi sono i tuoi concorrenti e sapere cosa stanno facendo.

Ecco a te una guida per elaborare il tuo piano di Digital Marketing.
 

Strutturare un piano di Digital Marketing nel 2021

Análisis SWOT marketing digital

Step 1: Analisi della situazione

La prima cosa che devi fare è dunque condurre un’analisi interna ed esterna della tua azienda. Un buon modo per farlo è attraverso l’analisi SWOT (Strengths, punti di forza; Weaknesses, debolezze; Opportunities, opportunità; Threats, minacce).

L’ecosistema in cui operi deve esserti familiare, devi conoscere i bisogni dei tuoi clienti e come soddisfarli. Questa analisi deve essere sia qualitativa sia quantitativa attraverso l’esame di alcune componenti quali abitudini digitali, intermediari, influencer, etc.

Oggi, all’interno di una strategia corporate, è sempre più importante implementare tecniche di benchmarking che mirino a identificare le migliori azioni digitali e i casi di successo per applicarli e replicarli all’interno del tuo digital marketing plan.

Inoltre, è necessario condurre uno studio interno anche per conoscere qual è la situazione digitale dell'azienda: il sito web è orientato al cliente? L'usabilità e l'esperienza di navigazione sono buone? Il blog viene arricchito periodicamente? Qual è l'attuale posizionamento del nostro sito web? E la nostra presenza sui social?

Passi chiave per una strategia di digital marketing  2021

Step 2: Stabilire gli obiettivi di digital marketing

Una volta che hai chiarito il posizionamento nel mercato e quali sono i punti di forza, bisogna lavorare sulla definizione degli obiettivi per scegliere dove dirigere le azioni. Tutto ciò che pianifichi deve essere finalizzato al raggiungimento di questi obiettivi.

Puoi farti guidare, nello sviluppo di questa parte del tuo piano di digital marketing, dagli obiettivi SMART, ovvero obiettivi specifici, misurabili, realizzabili, realistici e temporanei.

Ecco un esempio:

  • Non è un obiettivo SMART: "Voglio aumentare il numero di visite al mio sito web".

  • Obiettivo SMART: "Desidero raggiungere 20.000 visite al mese sul mio sito web, ogni mese entro tre mesi. Per fare ciò, ho intenzione di fare X, Y e Z. "

Step 3: Definizione della strategia

Una volta definita la strategia aziendale e gli obiettivi, come si possono raggiungere? Nell’era digitale la personalizzazione sta diventando sempre più importante. Chiarito questo concetto, devi tenere conto anche di questi fattori:

  • Segmenta la tua audience:

conoscere le persone a cui ti rivolgi, quali sono i loro gusti, le loro esigenze o preferenze, come stanno cercando di soddisfare le proprie aspettative, ecc... Devi creare i tuoi Buyer Persona.

  • Posizionamento:

per ottenere un posizionamento corretto, è fondamentale che tu sia molto chiaro nel comunicare la tua proposta di valore. Occorre inoltre saper trasmettere questa proposta, adattandola ai differenti canali digitali. Perché il consumatore dovrebbe scegliere te e non un tuo concorrente. Devi saper comunicare il tuo valore differenziale sui canali dove è presente il tuo pubblico (social media, blog, email marketing e altro). Oltre ai social media, la pagina “Chi siamo” è fondamentale per comunicare la tua proposta.

  • Content Strategy:

è essenziale creare, distribuire e gestire contenuti originali che attraggano gli utenti e che rendano il tuo brand un punto di riferimento. Inoltre, bisogna definire uno specifico piano di comunicazione (content marketing) per ogni canale. La strategia di contenuto non può essere scollegata dai Buyer Persona, devono lavorare insieme. Analizza il tuo BP in dettaglio: quali tipi di contenuti consuma, in quale formato, quali sono i suoi media di riferimento o le persone e i gruppi che segue. Più informazioni estrai dal loro profilo, più accurato sarà il contenuto che produci.

Alcuni degli strumenti utilizzati per concretizzare questo lavoro strategico sono:

  • La keyword research. Si tratta di identificare le parole chiave giuste per usarle correttamente nei contenuti. Serve per migliorare organicamente (quindi non attraverso azioni paid) il nostro posizionamento (SEO). Questo lavoro è imprescindibile se desideri che gli utenti ti trovino attraverso i motori di ricerca.

  • Content calendar. Un content calendar è fondamentale per far si che la tua strategia funzioni. Aiuta a pianificare a lungo termine, a ottimizzare le tue risorse e a generare nuove idee. In un content calendar, dovresti includere la data di pubblicazione, l’autore, l’argomento del post, le keyword, i tag da usare e da prendere in considerazione, i link interni ed esterni, e così via.

  • Social posting. Scrivere un articolo e non promuoverlo sui social network è un errore. Ma questo non vuol dire solo condividerlo, devi avere un piano per la gestione dei canali social che stabilisca cosa e quando pubblicare. Ogni social ha le sue caratteristiche e necessita di copy specifici, che includano link, hashtag, numeri ecc. È importante coinvolgere il team nella diffusione dei contenuti. Si possono rendere partecipi i collaboratori affinché condividano articoli, link di interesse, ecc. Nei loro canali professionali (es. LinkedIn). Dalla pagina aziendale, infine, si possono impostare degli alert in modo che tutti sappiano quando vengono pubblicati nuovi contenuti.

Step 4: Strategie digitali

A seconda degli obiettivi (attrarre, convertire, fidelizzare) dovrai implementare specifiche azioni strategiche, come per esempio: campagne di email marketing, social media, CRM, ottimizzazione web, strategie SEO, PPC, ecc. 

I formati per acquisire lead possono essere di diversi tipi: puoi organizzare webinar, incoraggiare il download di ebook, utilizzare infografiche o dossier oppure ancora offrire sconti o fare promozioni.

Oggi, considerando che il numero di canali da gestire si sta moltiplicando e che la quantità di informazioni che riceviamo sui nostri clienti è in aumento, è fondamentale utilizzare strumenti di Marketing Automation.

Grazie ad essi, sarai in grado di definire workflow che ti permetteranno di creare centinaia di campagne in pochi semplici clic. Sarai in grado di personalizzare i messaggi in base al tuo buyer persona, aumentando le possibilità di successo. Non solo, potrai interagire con loro in modo diverso a seconda dello stage del funnel in cui si trovano aiutando così la conversione.

Come ottimizzare il tuo workflow di digital marketing

La tecnologia è ormai uno strumento fondamentale per l'implementazione delle strategie digitali. Per questo è importante conoscerla a fondo e sfruttarla al massimo.

Step 5: Digital Marketing KPI e misurazione

Una volta progettata e implementata la tua strategia di marketing digitale, il lavoro non si ferma. Il passo successivo è uno dei più importanti: analizzare i risultati e migliorare le performance. Analytics è diventato un pilastro fondamentale per ottimizzare con successo le performance e ottenere il miglior ritorno dell’investimento possibile (ROI).

Dobbiamo misurare ogni azione utilizzando i KPI per capire se abbiamo ottenuto il ROI che ci aspettavamo. Misurare l'efficacia delle strategie e delle attività che abbiamo implementato ci aiuterà a correggere ciò che non funziona e a raggiungere gli obiettivi che abbiamo fissato.

Avere strumenti che ci permettano di svolgere questa analisi è determinante. Salesforce, ad esempio, ci consente di tracciare in modo completo e puntuale tutte le azioni che vengono eseguite, oltre a mostrarci le reazioni e i comportamenti di ogni utente in fase del buyer journey. Pertanto, oltre a estrarre report preziosi, si può utilizzare anche l'intelligenza artificiale fornita da Salesforce per migliorare l'esperienza dell'utente e offrire a ciascun lead il contenuto che sta cercando al momento perfetto.

Assicurati di disporre di un efficace sistema di visualizzazione dei dati in tempo reale. Il mondo digitale si evolve rapidamente, quindi è necessario stare sempre in guardia per identificare opportunità e margini di miglioramento. Il valore dei dati è molto importante, perché senza di essi è impossibile per noi prendere decisioni concrete e data driven. 

Insistiamo sulla necessità di utilizzare strumenti che raccolgano, elaborino ed estraggano valore da questi dati: Mulesoft, per esempio, è un software di integrazione che connette diversi sistemi tra loro, per garantire scambio e utilizzo della massima quantità possibile di dati. Facente parte sempre dell’ecosistema Salesforce, insieme agli altri cloud può essere davvero di grande aiuto.

Tieni presente questi step quando crei il tuo piano di Digital Marketing e non lasciare nulla al caso: è il tuo più grande nemico se stai cercando di posizionarti e di aumentare la tua presenza digitale. Allo stesso modo, ricorda che la tecnologia può essere il tuo migliore alleato per creare campagne di marketing personalizzate, automatizzate e, in definitiva, di successo. E quando le task da svolgere diventeranno ancor più complicate, ricorda che i nuovi strumenti a disposizione ti consentiranno di semplificare il tuo lavoro, migliorare le tue performance e continuare a crescere.

views zoom copy 17
23073
< Previous post All posts Next post >
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

Toc Toc. È ora di aggiornarsi.
La tua casella email merita contenuti interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti gli ultimi trend del mondo digital.

No grazie. La mia casella email va bene così.
Articoli correlati
Inbound marketing

Jun 24, 2021

By Patricia Peñalver

Inbound Marketing e B2B: alleanza perfetta per la lead generation

Inbound marketing

Jun 17, 2021

By Kristen Baird

Cos’è il ROI e perchè è così importante per la tua azienda

Inbound marketing

May 20, 2021

By Kristen Baird

Inbound vs outbound marketing: definizione e differenze